Atlanta – USA
Il caldo sud con le bollicine

Atlanta non è di certo la prima città che viene in mente se si pensa ad un tour negli Stati Uniti ma a ben guardare è un peccato perché Atlanta, fiere a parte, ha storia, ambiente, brand e sport di livelli altissimi; forse paga dazio al turismo più classico, fatto di monumenti e chiese, che non sono il punto di forza di questa città.

La Georgia è il sud caldo degli Usa, dove in passato schiavismo e razzismo (ci è nato Martin Luther King) erano i problemi maggiori da risolvere. Adesso Atlanta è affari, digitale, università d’eccellenza (Giorgia Tech), cinema e tv (da Via col vento a The Walking Dead), Coca Cola, Olimpiadi, Hawks e Falcons nel basket e nel football americano, Cnn e musica, dal jazz al blues. Con gli stessi abitanti di Firenze non ha le caratteristiche di una metropoli e lo skyline non è tra i più imponenti a quelle latitudini ma proprio questo la rende fruibile anche da parte di chi ci si ferma per i pochi giorni di fiera.

Collegamenti – In pochi lo sanno ma per la sua posizione baricentrica l’aeroporto internazionale di Atlanta, l’Hartsfield-Jackson, è il più trafficato del mondo. L’essere a soli 11 km dalla città lo rende facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici della MARTA (Metropolitan Atlanta Rapid Transit Authority), bus e metro: con due dollari e mezzo e 20 minuti di viaggio il problema è risolto.

Spazio fieristico – Il Georgia World Congress Center è nel quartiere che racchiude quasi tutti i luoghi interessanti della città, almeno quelli moderni. E’ diviso in tre padiglioni di rapido accesso su diversi lati ed ha al piano superiore solo uffici e sale congressi, mentre nei ‘soppalchi’ a piano terra ci sono i servizi, come ad esempio la sala stampa). Per raggiungerlo si passa accanto, secondo le varie direzioni, allo spazio fino al novembre 2017 occupato dallo storico Georgia Dome, alla Philips Arena (sede delle gare NBA degli Hawks), alla Cnn, al Parco Olimpico, alla Hall of Fame del college footbal e al nuovo stadio del football americano e del soccer (in costruzione ai tempi di Techtextil 2016 e ora già inaugurato).

Turismo – Per chi partecipa ad una fiera ad Atlanta la fortuna è quella di poter raggiungere a piedi molte delle principali attrazioni della città. Il Georgia World Congress Center è infatti separato dal Museo della Coca Cola (il Coca Cola World, una full immersion nella storia e nella cultura non solo della bevanda e della compagnia che la produce ma anche dell’America e degli americani), e dal Georgia Aquarium solo dal Parco Olimpico, dove ogni ora fontane danzanti offrono un suggestivo spettacolo gratuito, mentre per andare al Cnn Center basta attraversare la strada. Tutto il resto, o quasi, è nello Sweet Auburn Historic District, dove si trova il Martin Luther King Jr. National Historic Site con la Ebenezer Baptist Church: al King Center c’è la tomba in marmo bianco di Martin Luther King e della moglie Coretta Scott King.

Divertimenti e locali – Anche in questo caso basta allontanarsi di pochi metri dal centro fieristico per avere un’ampia scelta di locali per cenare o trascorrere il dopo cena. Nella Downtown c’è infatti tutto quello che offre la città: ristoranti, pub, bar con musica e cabaret, jazz club. Per chi ha un mezzo e può allontanarsi di più può arrivare a Little Five Points, un concentrato di locali fuori dalla Dowtown. Come La Spola, accompagnati dallo staff di Messe Frankfurt, abbiamo provato il Seasons 52, ristorante al 3050 di Peachtree Park, zona elegante di Buckhead, lontani dal centro e quindi bisogna avere a disposizione un’auto o affidarsi ai taxi. Elegante ma non formale ristorante di cucina americana moderna, con banconi in legno e servizio affidato a giovani ma esperti camerieri. Menu di carne e pesce, insalate, piatti abbinati e ricercati ad un costo comunque non elevato. Particolare menzione per i dolci.

Gastronomia – La cucina è quella del sud degli Usa e quindi risente di tante influenze. Abbondano la carne e il pesce, spesso abbinati a sughi, salse e zuppe dai sapori non proprio tenui. Tipica della Georgia è la crostata ripiena di pesche, tante volte preparata da Nonna Papera per i nipotini Qui, Quo e Qua. E ovviamente il pollo fritto. Se vi piace la Coca Cola è il momento di approfittarne perché viene messa in tavola nelle brocche così come da noi viene servita l’acqua naturale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

dicembre 2018
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
26 novembre 2018 27 novembre 2018 28 novembre 2018 29 novembre 2018 30 novembre 2018 1 dicembre 2018 2 dicembre 2018
3 dicembre 2018 4 dicembre 2018 5 dicembre 2018 6 dicembre 2018 7 dicembre 2018 8 dicembre 2018 9 dicembre 2018
10 dicembre 2018 11 dicembre 2018 12 dicembre 2018 13 dicembre 2018 14 dicembre 2018 15 dicembre 2018 16 dicembre 2018
17 dicembre 2018 18 dicembre 2018 19 dicembre 2018 20 dicembre 2018 21 dicembre 2018 22 dicembre 2018 23 dicembre 2018
24 dicembre 2018 25 dicembre 2018 26 dicembre 2018 27 dicembre 2018 28 dicembre 2018 29 dicembre 2018 30 dicembre 2018
31 dicembre 2018 1 gennaio 2019 2 gennaio 2019 3 gennaio 2019 4 gennaio 2019 5 gennaio 2019 6 gennaio 2019