Como, il primo semestre del 2017 è “confortante”

Como, il primo semestre del 2017 è “confortante”

“È un primo semestre confortante”. Così il presidente di Unindustria Como Fabio Porro giudica i dati dell’indagine congiunturale del distretto sul primo semestre del 2017.

“Gli indicatori sono migliori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente – continua Porro – ed al secondo semestre scorso e le aspettative sono ottimistiche. Sappiamo che esistono ancora sacche di difficoltà, soprattutto nel settore tessile, che gli ottimi risultati di altri settori come il metalmeccanico hanno in qualche modo contribuito a nascondere in una rilevazione multisettoriale. Ma anche per il tessile, dopo un inizio anno veramente difficoltoso, i mesi prima delle ferie hanno offerto un quadro in miglioramento. Questo clima di fiducia, dovuto anche ad iniziative importanti come Industria 4.0, può determinare un proseguimento positivo per i prossimi mesi nella consapevolezza che componenti esogene come l’apprezzamento dell’euro sul dollaro non saranno d’aiuto. Ancora una volta dovremo contare solo sulle nostre forze”.

Nel complesso i numeri raccontano di un distretto di Como in discreta salute, con segno positivo sia a livello congiunturale (rispetto al secondo semestre del 2016) che a livello tendenziale (rispetto al primo semestre del 2016). Le previsioni ottimistiche delle imprese sembrano indicare che questa tendenza verrà confermata nella seconda metà dell’anno.

Gli ordini hanno visto un incremento significativo (+3,8%) rispetto agli ultimi sei mesi del 2016 e le vendite seguono la stessa dinamica, con un aumento del fatturato del 2,2% rispetto alla seconda metà del 2016, e dello 0,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’attività produttiva ha rispecchiato queste dinamiche positive, segnando un aumento del 2,4% a livello tendenziale e dell’1,7% a livello congiunturale. La capacità produttiva utilizzata si attesta su livelli medi (68%), in miglioramento rispetto alle rilevazioni precedenti.

Aggiungendo anche i dati di Lecco e Sondrio il miglioramento rimane. Il confronto con i primi sei mesi del 2016 mostra infatti una variazione tendenziale di circa il 2,1%, con andamenti omogenei per i tre indicatori. I giudizi espressi riguardo l’andamento del fatturato sono improntati alla crescita per oltre quattro imprese su dieci, sia sul mercato domestico (46,3%), sia per quanto riguarda l’export (41,6%). Le esportazioni determinano in particolare circa un terzo del fatturato totale (31,4%), confermando la propensione all’internazionalizzazione delle imprese del campione. Il principale mercato di riferimento oltre confine è rappresentato dall’Europa Occidentale dove viene realizzato il 16,7% delle vendite. Seguono per importanza l’Est Europa (3,2%), gli Stati Uniti (2,9%), i BRICS (2,7%), l’Asia Occidentale (2,4%) e l’America Centro-Meridionale (1,4%).

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

dicembre 2017
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 novembre 2017 28 novembre 2017 29 novembre 2017 30 novembre 2017 1 dicembre 2017 2 dicembre 2017 3 dicembre 2017
4 dicembre 2017 5 dicembre 2017 6 dicembre 2017 7 dicembre 2017 8 dicembre 2017 9 dicembre 2017 10 dicembre 2017
11 dicembre 2017 12 dicembre 2017 13 dicembre 2017 14 dicembre 2017 15 dicembre 2017 16 dicembre 2017 17 dicembre 2017
18 dicembre 2017 19 dicembre 2017 20 dicembre 2017 21 dicembre 2017 22 dicembre 2017 23 dicembre 2017 24 dicembre 2017
25 dicembre 2017 26 dicembre 2017 27 dicembre 2017 28 dicembre 2017 29 dicembre 2017 30 dicembre 2017 31 dicembre 2017