L’economia circolare in scena al Materia

Una mostra per ricordare cos’era il distretto di Prato, cos’è e cosa deve essere nel futuro: “Cencio dice male di straccio”, al Museo Materia di Cantagallo dal 16 novembre al 3 dicembre, racconta in tanti modi diversi quello che il mondo di adesso chiama economia circolare e che in Toscana si fa da qualche secolo. L’esposizione di stracci, attrezzi per il riciclaggio, immagini storiche e artistiche, indumenti, cappelli usati in rappresentazioni teatrali, biciclette ricavate da pezzi di macchinari, vignette che raccontano vita, morte e resurrezione di un cappotto di lana e pezzi di film è un viaggio nel tempo: “Qui c’è quello che il mondo di adesso ci chiede e che dobbiamo essere pronti a dare perchè è una cosa che Prato fa da sempre e nessuno può farla meglio di noi” spiega Riccardo Matteini, che con il socio Roberto Gualtieri è il promotore e il realizzatore di Materia e che si è detto disposto a far diventare l’esposizione itinerante su richiesta di qualsiasi museo di qualsiasi distretto.

Realizzata in collaborazione con l’architetto Giuseppe Guanci e con Luciano Nistri la mostra ha il patrocinio dei tre comuni della Val di Bisenzio, di quello di Prato e della Regione Toscana, tutti enti presenti all’anteprima odierna, e dà anche spazio ad Astri, la nuova associazione pratese di tessile riciclato. “Di economia circolare si parla in Europa – ha detto l’assessore pratese alle attività produttive Daniela Toccafondi – e noi abbiamo il know-how da secoli. Prato ha progetti già avviati in questo settore e deve salvaguardare la propria tradizione anche attraverso iniziative come questa”.

“Condivido il pensiero di Matteini che adesso vale più il ‘come’ e perché’ un prodotto viene fatto piuttosto che ‘dove – ha aggiunto il consigliere regionale Nicola Ciolini – e la mostra ci ricorda che a fare certe cose siamo i migliori da sempre. Ci sono odori, colori e sensi legati al tessile da apprezzare”.

“Per noi amministratori del territorio – ha concluso il sindaco di Cantagallo Guglielmo Bongiorno – c’è grande soddisfazione per quello che fanno Matteini e Gualtieri. Non si tratta solo di tessile ma anche di cultura, arte, risorse. Per certi versi siamo al punto zero in tanti settori e c’è l’occasione per un riambio generazionale e per ascoltare le richieste che ci arrivano dal mondo; non lasciamocele scappare”.

“E’ un museo che ho visto nascere – aggiunge Ilaria Bugetti, ex sindaco di Cantagallo e consigliere in Regione – e vedere che mette a disposizione dei giovani, non solo pratesi, tutto questo bagagli di storia e tradizione mi fa grande piacere. Spero che un giorno Materia possa essere inserito nel percorso museale regionale, se lo merita”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

maggio 2018
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 aprile 2018 1 maggio 2018 2 maggio 2018 3 maggio 2018 4 maggio 2018 5 maggio 2018 6 maggio 2018
7 maggio 2018 8 maggio 2018 9 maggio 2018 10 maggio 2018 11 maggio 2018 12 maggio 2018 13 maggio 2018
14 maggio 2018 15 maggio 2018 16 maggio 2018 17 maggio 2018 18 maggio 2018 19 maggio 2018 20 maggio 2018
21 maggio 2018 22 maggio 2018 23 maggio 2018 24 maggio 2018 25 maggio 2018 26 maggio 2018 27 maggio 2018
28 maggio 2018 29 maggio 2018 30 maggio 2018 31 maggio 2018 1 giugno 2018 2 giugno 2018 3 giugno 2018