Cottonforlife tra tavole rotonde e raccolte

Fine di ottobre con importanti momenti di passione e condivisione di intenti per Filmar, con l’incontro tra i coltivatori egiziani ed i brand della moda.

La materia prima è diventata così un elemento di coesione fra gli addetti alla filiera all’insegna delle parole chiave passione, perseveranza e partnership, alla base del progetto Cottonforlife. Insieme all’UNIDO e all’iniziativa “The Egyptian Cotton Project” e in collaborazione con la Cotton Egypt Association, Filmar ha condiviso preziosi momenti con i contadini egiziani, importanti brand della moda internazionali e diversi attori del settore tessile e moda. A Kafr El Sheicknel Delta del Nilo è stata celebrata la prima raccolta di cotone egiziano coltivato, in fase sperimentale, secondo il sistema del Better Cotton.

Rappresentanti di Christian Dior Couture, Stella McCartney, Hugo Boss, Marks & Spencer’s, John Lewis e Macy’s hanno poi incontrato i contadini e i piccoli agricoltori che hanno intrapreso la sfida della sostenibilità, adottando pratiche agricole innovative e best practices di raccolta per ridurre i rischi di contaminazione.

I produttori e i traders hanno adottato la zero tolerance per il lavoro minorile e garantiscono la totale tracciabilità delle fibre. Nella sede di Filmar Nile Textile  i partner hanno toccato con mano e visto come i filati Filmar vengono realizzati, attraverso tecnologie green all’avanguardia e nel rispetto dei principi di una moda priva di sostanze chimiche in linea con la campagna Detox e il programma ZDHC.

Poi la partecipazione alla tavola rotonda, organizzata da UNIDO in collaborazione con la stessa Filmar e la Cotton Egypt Association. Ha partecipato anche il CEO di BCI, Alan McClay che ha confermato l’interesse e la disponibilità dell’associazione da lui presieduta a sostenere l’avvio della produzione di Better Cotton in Egitto.

Il presidente di Filmar Nile Textile Enrico Marzoli ha confermato che la domanda di BCI e cotone biologico è in costante aumento e per questo ha sottolineato come i principi fondamentali, relativi a diritti umani, standard lavorativi e tutela dell’ambiente siano tematiche imprescindibili per tutti coloro che vogliono essere competitivi sul mercato.

Marzoli ha incoraggiato i policy makers egiziani a rafforzare i servizi logistici a fronte dell’importanza di garantire tempi di consegna veloci ai propri clienti come fonte di vantaggio competitivo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

febbraio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Gennaio 2020 28 Gennaio 2020 29 Gennaio 2020 30 Gennaio 2020 31 Gennaio 2020 1 Febbraio 2020 2 Febbraio 2020
3 Febbraio 2020 4 Febbraio 2020 5 Febbraio 2020 6 Febbraio 2020 7 Febbraio 2020 8 Febbraio 2020 9 Febbraio 2020
10 Febbraio 2020 11 Febbraio 2020 12 Febbraio 2020 13 Febbraio 2020 14 Febbraio 2020 15 Febbraio 2020 16 Febbraio 2020
17 Febbraio 2020 18 Febbraio 2020 19 Febbraio 2020 20 Febbraio 2020 21 Febbraio 2020 22 Febbraio 2020 23 Febbraio 2020
24 Febbraio 2020 25 Febbraio 2020 26 Febbraio 2020 27 Febbraio 2020 28 Febbraio 2020 29 Febbraio 2020 1 Marzo 2020