Prato, una task force
contro l’abbandono dei rifiuti tessili

Prato, una task force <br> contro l’abbandono dei rifiuti tessili

Ci sarà addirittura bisogno di una task force di Comune e Asm per mettere un freno alla crescente e indegna abitudine di abbandonare gli scarti tessili in parchi, giardini e strade di tutto il territorio pratese.

Il pugno duro contro l’abbandono di scarti tessili scatterà attraverso controlli, sanzioni, ma anche informazione (la foto scattata in centro che non riguarda scarti tessili dimostra che c’è anche chi si fa beffe dei cartelli…) e recupero dell’evasione. Il problema dell’abbandono dei rifiuti tessili (circa15-20mila tonnellate l’anno che Asm raccoglie e smaltisce) riguarda una minoranza (difficile non ipotizzare che possa trattarsi in larga parte di cinesi) che lascia i sacchi in mezzo alla strada creando vere e proprie discariche evadendo anche il pagamento della Tari.

Il sindaco Matteo Biffoni e l’assessore all’Ambiente Filippo Alessi, il comandante della Polizia municipale Andrea Pasquinelli, il comandante della Polizia Provinciale Michele Pellegrini e i tecnici di Asm con il presidente Sandro Gensini hanno focalizzato le possibili forme di intervento per pianificare la lotta all’abbandono di rifiuti.

“Immagini come quelle dei sacchi abbandonati alle Cascine di Tavola – ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni – non sono tollerabili, non solo perché si danneggia il patrimonio della città e il decoro urbano, per il quale il Comune spende ogni anno cifre considerevoli, ma anche perché il costo di smaltimento dei rifiuti è totalmente coperto dalla Tari e non accettiamo che alcuni cittadini, quelli onesti, paghino anche per i furbetti. I controlli sono già attivi, maabbiamo deciso di creare una task force dedicata vista la dimensione del fenomeno. Sappiamo bene che molte aziende non smaltiscono correttamente gli scarti di lavorazione e che evadono la Tari: agiremo sul fronte dell’informazione per non lasciare alibi, ma soprattutto sui controlli e le sanzioni. Gli uffici hanno avuto mandato di verificare tutte le modalità di intervento consentite dalla legge e con Asm stiamo verificando ogni possibile soluzione. Non vogliamo limitarci a cercare le “discariche”, perché questo lascia impuniti coloro che abbandonano i sacchi magari durante la notte. Puntiamo a trovare chi produce e abbandona i rifiuti per contestargli sul fatto il reato“.

Tra gli interventi allo studio anche l’attivazione del progetto di recupero dell’evasione. “Sicuramente la legge 68/2015 sui reati ambientali – ha sottolineato il sindaco – può essere un aiuto dal punto di vista legislativo per punire i colpevoli, ma il sistema dei controlli è complesso perché richiede una presenza costante . Per questo chiediamo aiuto alla Regione, che conosce bene la realtà produttiva cinese a Prato e che con i controlli degli ispettori sta lavorando per il rispetto delle regole: è fondamentale un supporto regionale anche sul fronte dei reati ambientali”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

agosto 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Luglio 2019 30 Luglio 2019 31 Luglio 2019 1 Agosto 2019 2 Agosto 2019 3 Agosto 2019 4 Agosto 2019
5 Agosto 2019 6 Agosto 2019 7 Agosto 2019 8 Agosto 2019 9 Agosto 2019 10 Agosto 2019 11 Agosto 2019
12 Agosto 2019 13 Agosto 2019 14 Agosto 2019 15 Agosto 2019 16 Agosto 2019 17 Agosto 2019 18 Agosto 2019
19 Agosto 2019 20 Agosto 2019 21 Agosto 2019 22 Agosto 2019 23 Agosto 2019 24 Agosto 2019 25 Agosto 2019
26 Agosto 2019 27 Agosto 2019 28 Agosto 2019 29 Agosto 2019 30 Agosto 2019 31 Agosto 2019 1 Settembre 2019