2018, un anno discreto per l’export biellese

2018, un anno discreto per l’export biellese

I numeri dell’indagine della Camera di Commercio di Biella e Vercelli sull’export durante tutto il 2018 sono positivi, anche per qualche comparto del tessile.

Crescita del 3 e del 9,3% rispettivamente per Biella e Vercelli, 1.970 milioni di euro il valore per la prima e 2.428 milioni per la seconda. “Le nostre due province, nel corso del 2018, hanno proseguito nel loro trend positivo delle vendite sui mercati esteri, seppure con dinamiche differenti e con una perdita in ambito UE per la realtà biellese. Dobbiamo sempre ricordare che i dati vengono confrontati con il 2017, anno particolarmente brillante per le esportazioni. Certamente, almeno per il Biellese, la spinta dei primi mesi si è affievolita nel corso dell’anno. Avevamo sottolineato come le politiche protezionistiche e daziarie degli Stati Uniti, la frenata della crescita in Cina e i rallentamenti delle economie nell’Eurozona, l’incerto quadro politico internazionale con le paventate sanzioni ed embarghi e l’incognita Brexit fossero una serie di elementi sicuramente sfavorevoli per gli scambi. La fama del nostro ‘made in Italy’ potrebbe anche non bastare più, se il clima di fiducia delle imprese non le incoraggerà a investimenti finalizzati all’innovazione e ad approcciare mercati anche fuori dall’area UE. Diventa, quindi, indispensabile sostenere l’internazionalizzazione delle imprese, ricordando però che produttività e competitività restano gli aspetti fondamentali” spiega Alessandro Ciccioni, presidente della Camera di Commercio di Biella e Vercelli.

A Biella molto più venduti gli articoli di abbigliamento (+12,4%), bene anche i prodotti tessili (+3,8%), che rappresentano il principale settore (con una quota pari al 58,6% del totale export provinciale) e nel cui ambito occorre sottolineare la buona prova del comparto dei tessuti (+9,7%) e il calo degli altri prodotti tessili (-9,1%). L’Unione Europea ha assorbito il 53,5% delle vendite all’estero. I primi due mercati di sbocco, Germania e Francia, hanno avuto un aumento del +1,0% e del +3,6%, male il Regno Unito (-11,2%). Nei mercati extra UE la crescita è stata del 17,3% (Cina +5,9%, Stati Uniti +7,9%, Giappone +24,5%, Turchia -8,6%).

Il tessile abbigliamento vercellese registra un +14,2%, in questo settore il comparto degli articoli di abbigliamento, il più importante in termini di valori assoluti, conferma il buon periodo, registrando un incremento pari a +19,4%. Anche per Vercelli l’UE è la destinazione principale delle esportazioni (54,9%).

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

gennaio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Dicembre 2019 31 Dicembre 2019 1 Gennaio 2020 2 Gennaio 2020 3 Gennaio 2020 4 Gennaio 2020 5 Gennaio 2020
6 Gennaio 2020 7 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
8 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
9 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
10 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
11 Gennaio 2020 12 Gennaio 2020
13 Gennaio 2020 14 Gennaio 2020 15 Gennaio 2020 16 Gennaio 2020 17 Gennaio 2020 18 Gennaio 2020 19 Gennaio 2020
20 Gennaio 2020 21 Gennaio 2020 22 Gennaio 2020 23 Gennaio 2020 24 Gennaio 2020 25 Gennaio 2020 26 Gennaio 2020
27 Gennaio 2020 28 Gennaio 2020 29 Gennaio 2020 30 Gennaio 2020 31 Gennaio 2020 1 Febbraio 2020 2 Febbraio 2020