Biella, crescono produzione e fatturati

Biella, crescono produzione e fatturati

Sono probabilmente migliori del previsto i numeri che arrivano dall’indagine congiunturale condotta dalla Camera di Commercio e dall’Unione Industriale di Biella, sull’andamento del secondo trimestre del 2015 la prima e sulle previsioni degli imprenditori per il terzo trimestre la seconda.

“Dall’indagine – dichiara Andrea Fortolan, presidente della Camera di Commercio – emergono segnali positivi per l’industria manifatturiera biellese. La produzione, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, è tornata a crescere, grazie soprattutto al contributo di tessitura, finissaggio e delle altre industrie tessili. Hanno, inoltre, registrato un incremento anche il fatturato complessivo e gli ordinativi provenienti dall’estero”.

Il vice presidente dell’Unione Industriale Biellese, Emanuele Scribanti, aggiunge: “Saranno le fiere di questi giorni a tastare il polso del settore tessile. Fin da ora, però, possiamo rilevare qualche elemento positivo rispetto all’andamento economico, che sta virando verso la ripartenza. Non è ancora possibile parlare di ripresa perché l’incertezza rispetto agli scenari internazionali, e mi riferisco in particolare alla Russia e alla Cina, rappresenta una variabile ancora troppo complessa da decifrare. Il perdurare di condizioni favorevoli per aziende vocate all’export come quelle biellesi è comunque importante. Elementi come il cambio favorevole dell’euro rispetto al dollaro, il volano della politica monetaria espansiva della Bce e il prezzo basso del petrolio incidono favorevolmente sulle previsioni ma, da soli, non bastano. Occorre una politica industriale concreta, volta a dare ossigeno alle imprese perché possano continuare ad essere il motore dell’economia italiana”.

I dati – Nel periodo aprile-giugno la variazione tendenziale grezza della produzione industriale rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente è cresciuta del 2,17%, risultato in linea con il dato regionale (+2,24%). L’incremento è il risultato degli andamenti positivi della tessitura (+8,8%), del finissaggio (+8,5%) e delle altre industrie tessili (+2,6%). Negativi invece le industrie meccaniche (-3,3%) e le altre industrie manifatturiere (-1,3%), mentre per le filature c’è stazionarietà (-0,2%). Stabili anche gli ordinativi provenienti dal mercato nazionale (-0,4%), mentre si rileva un incremento per ordinativi esteri (+3,1%). Il fatturato totale registra un incremento (+2,3%), mentre il fatturato estero rileva una sostanziale stabilità (-0,2%).

Per quanto riguarda le previsioni degli imprenditori c’è ancora incertezza, legata soprattutto all’instabilità dei mercati internazionali.

(Foto: Zegna)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

maggio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Aprile 2020 28 Aprile 2020 29 Aprile 2020 30 Aprile 2020 1 Maggio 2020 2 Maggio 2020 3 Maggio 2020
4 Maggio 2020 5 Maggio 2020 6 Maggio 2020 7 Maggio 2020 8 Maggio 2020 9 Maggio 2020 10 Maggio 2020
11 Maggio 2020 12 Maggio 2020 13 Maggio 2020 14 Maggio 2020 15 Maggio 2020 16 Maggio 2020 17 Maggio 2020
18 Maggio 2020 19 Maggio 2020 20 Maggio 2020 21 Maggio 2020 22 Maggio 2020 23 Maggio 2020 24 Maggio 2020
25 Maggio 2020 26 Maggio 2020 27 Maggio 2020 28 Maggio 2020 29 Maggio 2020 30 Maggio 2020 31 Maggio 2020