Il Capriccio e la Ragione, eleganza al Museo del Tessuto

Il Capriccio e la Ragione, eleganza al Museo del Tessuto

Aprirà domenica al Museo del Tessuto di Prato la mostra che ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento: “Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo“.

L’esposizione è organizzata dalla Fondazione Museo del Tessuto di Prato e si avvale della collaborazione del Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi, del Museo Stibbert di Firenze e del Museo Studio del Tessuto della Fondazione Antonio Ratti di Como.
Proprio di questa collaborazione si è detto molto soddisfatto il presidente della Fondazione Museo del tessuto Francesco Marini, che non ha mancato di ringraziare il personale del Museo che ha lavorato per l’allestimento di questa mostra.
Gli ha fatto eco il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Questa collaborazione mi fa venire in mente quella tra Tate Britain e Tate Modern – ha dichiarato – un’esperienza assolutamente positiva e già sperimentata in grandi città del mondo. E’ importante che ci siano questi fili che legano Prato, Firenze e il mondo intero”.

Non è mancato un messaggio di Andrea Cavicchi, presidente del Centro per la moda di Firenze, assente per impegni nel Cda. “Ritengo questa un’occasione importantissima per valorizzare la moda, l’eleganza e anche la memoria storica delle nostre aziende. L’Italia esprime tante competenze e tante eccellenze in un territorio abbastanza piccolo: la via della collaborazione è quella da percorrere per esaltare queste caratteristiche e il centro per la Moda sostiene questo network che a sua volta sostiene l’industria”.

L’allestimento richiama i fasti delle corti europee: scene allegoriche tratte dagli affreschi del Tiepolo vengono proiettate sulle volte a crociera della sala evocando in questo modo i grandi soffitti affrescati del tempo; grandi superfici specchianti disposte alle pareti della sala creano un particolare gioco di effetti che ampliano l’ambiente espositivo esaltando gli oggetti presenti in mostra.

La prima parte della mostra è dedicata al tema dell’esotismo con porcellane di manifattura cinese dal Museo Stibbert, tessuti con motivi decorativi di ispirazione orientale e volumi di fine Seicento proprio sulle ambascerie delle Compagnie delle Indie in Cina e Giappone della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Per i tessuti un francese ridondante, rococò e gli operati in seta e preziosi filati metallici di manifattura francese provenienti dalle collezioni del Museo del Tessuto e della Fondazione Antonio Ratti di Como (come l’esempio in foto).

La parte centrale della mostra è invece dedicata alla riscoperta dell’ornato dell’arte classica, con “Le antichità romane” di Giovan Battista Piranesi, presente con un raro volume del 1756, i cui disegni sono tra i protagonisti della riaffermazione del gusto classico. E poi bottoni cammeo della manifattura inglese Wedgwood e il gilet maschile degli anni settanta del Settecento di proprietà del Museo Stibbert. A proposito della collaborazione con il Museo Stibbert, il Soprintendente del Museo Stibbert Enrico Colle ha ringraziato il Museo del Tessuto per avere valorizzato l’attività di collezionista di Stibbert.

Tra gli oggetti che arricchiscono la mostra anche i dipinti provenienti dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato e da alcune gallerie antiquarie fiorentine.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

agosto 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Luglio 2020 28 Luglio 2020 29 Luglio 2020 30 Luglio 2020 31 Luglio 2020 1 Agosto 2020 2 Agosto 2020
3 Agosto 2020 4 Agosto 2020 5 Agosto 2020 6 Agosto 2020 7 Agosto 2020 8 Agosto 2020 9 Agosto 2020
10 Agosto 2020 11 Agosto 2020 12 Agosto 2020 13 Agosto 2020 14 Agosto 2020 15 Agosto 2020 16 Agosto 2020
17 Agosto 2020 18 Agosto 2020 19 Agosto 2020 20 Agosto 2020 21 Agosto 2020 22 Agosto 2020 23 Agosto 2020
24 Agosto 2020 25 Agosto 2020 26 Agosto 2020 27 Agosto 2020 28 Agosto 2020 29 Agosto 2020 30 Agosto 2020
31 Agosto 2020 1 Settembre 2020 2 Settembre 2020 3 Settembre 2020 4 Settembre 2020 5 Settembre 2020 6 Settembre 2020