Cna Federmoda: “Attenzione per artigianato e pmi”

Cna Federmoda: “Attenzione per artigianato e pmi”

Sostenere l’Artigianato e le Piccole Imprese della moda italiana per salvaguardare occupazione, imprese e il futuro del made in Italy: è la richiesta di Cna Federmoda al governo fatta con una lettera a firma del presidente nazionale Marco Landi e del responsabile nazionale Antonio Franceschini (insieme nella foto).

Destinatari il Presidente del Consiglio dei Ministri, il Ministro dell’Economia e Finanze, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministro dello Sviluppo Economico e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Nella lettera si diche come le misure introdotte per supportare i settori produttivi non hanno dedicato la dovuta attenzione ai due comparti: “La forza del nostro sistema moda – è scritto – è data dal permanere in Italia di un tessuto imprenditoriale fortemente connesso ai territori e trae energia dalle migliaia di imprese artigiane e piccole imprese che apportano competenze e flessibilità all’intera filiera”.

La richiesta è di adottare fin da subito una strategia della resistenza per preservare il settore, garantendo una moratoria finanziaria e contributiva per 18 mesi a partire da gennaio 2021, periodo che rappresenta il ciclo finanziario standard per un’azienda di abbigliamento e l’adozione degli ammortizzatori sociali per tutto il 2021. La vita produttiva delle aziende di moda è infatti organizzata sulle collezioni Autunno/Inverno e Primavera/Estate, la pandemia ha determinato l’interruzione della campagna vendita invernale. Nello stesso momento erano in corso le consegne della Primavera Estate 2020 ed in questo caso la merce inviata dalle aziende o non è stata ritirata oppure è stata ritirata dai negozianti che dopo pochi giorni hanno dovuto chiudere per il lockdown.

La lettera poi prosegue ricordando tutti i problemi del settore dovuti al calendario interrotto e con le prospettive negative della seconda ondata.

“Le aziende – continuano i due rappresentanti di Cna Federmoda – si trovano ad attraversare un periodo storico per cui la mancanza di lavoro prolungata non può che determinare una forte riduzione del personale e mancanza di liquidità per far fronte agli impegni con i fornitori, quindi è determinante il mantenimento per tutto il 2021 della cassa integrazione e la rinegoziazione di tutti i finanziamenti con moratoria per ulteriori 18 mesi degli esistenti e possibilità di rinegoziazione per un periodo minimo di 10 anni e con concessione di aiuti a fondo perduto in base alle perdite subite causa Covid. Sarebbe importante, inoltre, un’agevolazione fiscale sull’acquisto di prodotti Made in Italy nel nostro Paese”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

gennaio 2021
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
28 Dicembre 2020 29 Dicembre 2020 30 Dicembre 2020 31 Dicembre 2020 1 Gennaio 2021 2 Gennaio 2021 3 Gennaio 2021
4 Gennaio 2021 5 Gennaio 2021 6 Gennaio 2021 7 Gennaio 2021 8 Gennaio 2021 9 Gennaio 2021 10 Gennaio 2021
11 Gennaio 2021 12 Gennaio 2021 13 Gennaio 2021 14 Gennaio 2021 15 Gennaio 2021 16 Gennaio 2021 17 Gennaio 2021
18 Gennaio 2021 19 Gennaio 2021 20 Gennaio 2021 21 Gennaio 2021 22 Gennaio 2021 23 Gennaio 2021 24 Gennaio 2021
25 Gennaio 2021 26 Gennaio 2021 27 Gennaio 2021 28 Gennaio 2021 29 Gennaio 2021 30 Gennaio 2021 31 Gennaio 2021