Cresce l’export biellese: +6,6%

Cresce l’export biellese: +6,6%

Nel 2015 il valore delle esportazioni biellesi ha raggiunto la quota di 1,7 miliardi di euro, registrando un aumento pari al 6,6% rispetto ai dodici mesi del 2014.
Le variazioni trimestrali delle vendite provinciali all’estero del 2015 rispetto all’anno precedente sono state pari a +5,3% nel I trimestre, +10,9% nel II trimestre, +6,7% nel III trimestre e +3,3% nel periodo ottobre-dicembre 2015.

L’incremento dell’export biellese nell’anno 2015 risulta superiore alla media nazionale (+3,8%) e leggermente inferiore a quella piemontese (+7,0%).

“Ancora una volta le imprese del nostro territorio dimostrano la loro intraprendenza e la loro vocazione all’internazionalizzazione, grazie alle quali le vendite fuori dall’Italia sono ancora in aumento – dichiara Andrea Fortolan, presidente della Camera di Commercio di Biella – L’economia è cambiata molto in questi ultimi anni e il Biellese ha saputo affrontare la crisi dimostrando il valore dei suoi prodotti in tutto il mondo. Il compito del sistema camerale è quello di sostenere ancora di più questo percorso, potenziando i servizi a disposizione di chi vuole conquistare nuovi mercati. Le Camere di Commercio sono e devono rimanere la casa delle imprese”.

Complessivamente, il risultato delle vendite all’estero è dovuto alle variazioni positive registrate dai macro-settori delle attività manifatturiere (+6,8%), che rappresentano il 99% dell’export provinciale, e degli altri prodotti (+21,0%). All’interno delle attività manifatturiere, ad eccezione degli alimentari e degli articoli di abbigliamento che hanno rilevato un calo (rispettivamente pari a -8,1% e -0,8%), tutti i settori presi in esame hanno registrato un incremento: le bevande (+0,6%), i prodotti tessili (+3,9%), la meccanica (+17,3%) e le altre attività manifatturiere (+23,3%).

Scendendo ulteriormente nel dettaglio dei prodotti tessili si rilevano performance positive per i filati di fibre tessili (+2,0) e per i tessuti (+7,4%), mentre registrano una diminuzione gli altri prodotti tessili (-1,7%).

Per quanto concerne i mercati di sbocco, il bacino dell’UE 28 si conferma la destinazione principale delle esportazioni biellesi, attirando il 55,9% delle vendite all’estero. Si rivelano positive le esportazioni verso la Francia (+15,9%), il Regno Unito (+8,4%), la Romania (+16,0%), l’Austria (+25,1%), la Spagna (+26,9%), il Portogallo (+2,0%), la Bulgaria (+4,0%) e il Belgio (+4,3%), mentre sono in diminuzione le vendite all’estero verso la Germania (-5,1%), che rappresenta il primo mercato di sbocco in Europa, e la Polonia (-13,5%). In totale, l’export biellese diretto verso i paesi dell’area comunitaria ha rilevato una dinamica positiva pari a +4,9%.
Anche le vendite all’estero dirette ai partner extra-Ue 28 nei dodici mesi del 2015 hanno registrato un’ottima performance (+8,9%), grazie soprattutto ai risultati conseguiti da Cina (+14,1%), Turchia (+0,8%), Hong Kong (+17,0%), Stati Uniti (+33,7%), Giappone (+9,0%), Corea del Sud (+30,3%), Canada (+24,7%) e Messico (+6,4%). Risultano, invece, in decremento le esportazioni verso la Svizzera (-4,7%), primo partner extra-Ue 28, e verso la Russia (-15,4%), a causa delle misure restrittive imposte dalla Federazione Russa in seguito alle sanzioni introdotte dalla UE.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

maggio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Aprile 2020 28 Aprile 2020 29 Aprile 2020 30 Aprile 2020 1 Maggio 2020 2 Maggio 2020 3 Maggio 2020
4 Maggio 2020 5 Maggio 2020 6 Maggio 2020 7 Maggio 2020 8 Maggio 2020 9 Maggio 2020 10 Maggio 2020
11 Maggio 2020 12 Maggio 2020 13 Maggio 2020 14 Maggio 2020 15 Maggio 2020 16 Maggio 2020 17 Maggio 2020
18 Maggio 2020 19 Maggio 2020 20 Maggio 2020 21 Maggio 2020 22 Maggio 2020 23 Maggio 2020 24 Maggio 2020
25 Maggio 2020 26 Maggio 2020 27 Maggio 2020 28 Maggio 2020 29 Maggio 2020 30 Maggio 2020 31 Maggio 2020