Filo gioca d’anticipo

Filo gioca d’anticipo

Due giorni di lavoro intenso, il primo con affluenza altissima, il secondo con stand pieni fino al tardo pomeriggio. Filo ha giocato d’anticipo e alla fine dei giochi la scelta non sembra aver pregiudicato il successo del salone: molti degli espositori hanno manifestato soddisfazione per l’affluenza, con qualche riserva sull’assenza degli stranieri, o almeno di alcuni di loro come turchi, tedeschi e britannici.

Al Palazzo delle Stelline l’offerta è comunque talmente variegata che i visitatori hanno più soluzioni, sia italiane che straniere: undici i nuovi espositori con due ritorni.

“La fiera al 22 di febbraio è oggettivamente arrivata troppo presto – dice Francesco Bruni di Ilaria – e per noi questa data ha rappresentato solo uno svantaggio perchè il cliente ancora non ha interesse o non è pronto per la collezione invernale. Noi abbiamo anticipato i campionari perchè obbligati ma per chi fa moda non è il massimo. E’ vero che anche Pitti Filati viene organizzata presto ma lì ormai il calendario è quello da anni e c’è il problema dell’agosto a obbligarci a certe date”.

Nessun problema invece in casa Tollegno 1900, come conferma l’ad Lincoln Germanetti: “Noi ci siamo adattati bene e speriamo che la scelta di anticipare le date, per la quale siamo favorevoli anche in merito a Milano Unica, porti buoni risultati. A Filo abbiamo avuto una buona affluenza, a conferma di un 2017 iniziato bene; abbiamo un budget in aumento anche se siamo un po’ penalizzati dall’aumento del costo delle materie prime come la lana”.

Giacinto Gelli di Fil-3 si era fatto paladino della protesta per l’eccessivo anticipo ma le sue impressioni sono piuttosto positive: “Dal punto di vista della produzione abbiamo dovuto fare le corse fino all’ultimo – dice – ma da quello delle visite non è andata male, anche se sono mancati un po’ gli stranieri e alcuni dei visitatori hanno ancora poche idee, prendono le cartelle e dicono che decideranno. Bene invece il resto grazie al servizio di stock service che assicuriamo”.

Cofil300Stand al femminile a Cofil, con Martina Giusti e Ginevra Fiaschi (nella foto a lato): “Anche per noi pochi visitatori esteri – dice Giusti – forse a causa di questo anticipo di data. Chi non ha ancora visto le sfilate non fa il viaggio in Italia solo per venire a Filo. Per la collezione invece non abbiamo avuto problemi perchè, avendo già fatto un’ottima edizione di Première Vision, eravamo già pronti. Però sull’invernale il mercato è ancora in ritardo, c’è più movimento nella tessitura che nella maglieria”.

“Eravamo a Pitti con l’estivo e dopo tre settimane siamo qui con l’invernale – dice Pietro Pieri di Linsieme – e quindi qualche problema c’è. I clienti importanti sono comunque venuti; Firenze per noi è primaria ma anche qui riusciamo a trovare quai tre-quattro clienti in più che ci migliorano il fatturato. Siamo soddisfatti di entrambe le fiere e anche del fatturato, che è in crescita ininterrotta dal 2009; è determinante l’impegno che mettiamo nella ricerca e nell’offerta al cliente di qualcosa di sempre nuovo”.

Si parla di Re.Verso allo stand della Filatura C4: “Abbiamo fatto la semina – dice Alessio Catani – ed ora aspettiamo di raccogliere i frutti anche se i tempi non sono brevi come per altri prodotti. Il mercato dimostra interesse e là dove il settore arredo e contract usa la lana il tema è seguito. Ci sono tanti prodotti che hanno l’ecosostenibile come valore aggiunto, ma nessuno è come Re.Verso (una supply chain con Green Line, Nuova Fratelli Boretti, Stelloni e Filpucci, ndr). Noi facciamo il Techtextil a Francoforte e Filo, che è una fiera che ci permette di trovare nuovi contatti e di ampliare gli orizzonti”.

Cosa che vale anche per Shinnaigai Textile, arrivata dal Giappone dopo la prima esperienza europea a Spinexpo a Parigi: “A Filo – dice il general manager Mitsuhiro Yamada (foto sotto) – presentiamo per la prima volta in assoluto il Takeito, un filato che nasce dall’unione tra il bamboo naturale e il cotone”. Ma allo stand c’è anche il Botanicaldye by Colorball, un filato melange in cotone o Tencel tinto con pigmenti estratti da frutta, fiori, erbe e foglie di tè.Giappone300

1 comment

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

1 Comment


Video

Eventi

giugno 2021
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
31 Maggio 2021 1 Giugno 2021 2 Giugno 2021 3 Giugno 2021 4 Giugno 2021 5 Giugno 2021 6 Giugno 2021
7 Giugno 2021 8 Giugno 2021 9 Giugno 2021 10 Giugno 2021 11 Giugno 2021 12 Giugno 2021 13 Giugno 2021
14 Giugno 2021 15 Giugno 2021 16 Giugno 2021 17 Giugno 2021 18 Giugno 2021 19 Giugno 2021 20 Giugno 2021
21 Giugno 2021 22 Giugno 2021 23 Giugno 2021 24 Giugno 2021 25 Giugno 2021 26 Giugno 2021 27 Giugno 2021
28 Giugno 2021

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
29 Giugno 2021

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
30 Giugno 2021

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
1 Luglio 2021 2 Luglio 2021 3 Luglio 2021 4 Luglio 2021