Infrastrutture – La posizione dei lombardi

Infrastrutture – La posizione dei lombardi

C’era anche la Lombardia alla manifestazione di Torino che ha riunito le associazioni datoriali italiane per chiedere lo sviluppo delle infrastrutture.

Il presidente dell’Unione degli Industriali di Varese Riccardo Comerio e il presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti si sono uniti ai “colleghi” per rivendicare la necessità di strade e corridoi veloci per le merci.

“È la posizione stessa della provincia di Varese – ha detto Comerio – a fare delle infrastrutture un tema centrale per lo sviluppo di qualsiasi attività di impresa sul territorio. Siamo un tessuto economico per propria natura votato all’export e all’internazionalizzazione, non possiamo rimanere al margine dei più importanti corridoi continentali. Con Malpensa siamo nel mezzo di uno snodo europeo fondamentale, non terminare la Tav vorrebbe dire affossare qualsiasi ambizione di crescita delle nostre aziende, basta guardare una cartina geografica per capirlo. A Torino si è tenuto un evento senza precedenti: senza distinzioni è stato mandato un unico messaggio. Ogni territorio oggi ha la sua Tav, e la nostra si chiama Pedemontana, un’opera che deve assolutamente essere portata a termine per non rendere inutili gli importanti investimenti fatti per realizzare il primo tratto”.

“Se ci troviamo a parlare oggi, nel 2018, di infrastrutture, vuol dire che in passato abbiamo perso tempo e che siamo un Paese senza futuro – ha aggiunto Bonometti – e la prima infrastruttura strategica del nostro Paese è l’impresa ed è per questo che dobbiamo investire su di essa. Se non comprendiamo questo non avremo crescita e sviluppo. Per Confindustria Lombardia bisogna realizzare le infrastrutture necessarie per colmare il gap con le principali aree europee. Le regioni parte della macroregione alpina, Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia, con anche l’Emilia Romagna, devono lavorare congiuntamente per sostenere le opere strategiche e, parallelamente, è necessario che le regioni del Centro-Sud vengano messe nelle condizioni di colmare il gap con il Nord Italia. Un moderno sistema d’infrastrutture, che risponde alle esigenze di mobilità di beni e persone, crea condizioni favorevoli e migliori per le imprese e i cittadini, riducendo i costi di trasporto, creando certezze nei tempi di movimentazione, aumentando il grado di competitività dell’intero sistema Paese”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

gennaio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Dicembre 2019 31 Dicembre 2019 1 Gennaio 2020 2 Gennaio 2020 3 Gennaio 2020 4 Gennaio 2020 5 Gennaio 2020
6 Gennaio 2020 7 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
8 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
9 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
10 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
11 Gennaio 2020 12 Gennaio 2020
13 Gennaio 2020 14 Gennaio 2020 15 Gennaio 2020 16 Gennaio 2020 17 Gennaio 2020 18 Gennaio 2020 19 Gennaio 2020
20 Gennaio 2020 21 Gennaio 2020 22 Gennaio 2020 23 Gennaio 2020 24 Gennaio 2020 25 Gennaio 2020 26 Gennaio 2020
27 Gennaio 2020 28 Gennaio 2020 29 Gennaio 2020 30 Gennaio 2020 31 Gennaio 2020 1 Febbraio 2020 2 Febbraio 2020