L’economia biellese respira ottimismo

L’economia biellese respira ottimismo

L’indagine svolta da Camera di Commercio e Unione industriale porta una ventata di ottimismo in questa calda estate: è vero che il numero delle imprese è calato, ma questo pare un andamento fisiologico, condiviso dalle altre province piemontesi, che non inquina gli altri segnali incoraggianti. Primo fra tutti la ripresa dell’export per i settori tradizionali del territorio.

La popolazione della provincia di Biella è ancora scesa arrivando a toccare quota 178.551, con 73 mila lavoratori e un tasso di occupazione del 65% nella fascia 15-64 anni; il livello di disoccupazione è invece del 7,9%, più basso del Piemonte (9,3%) e dell’Italia (11,7%). Se nel 2006 le imprese erano 20.661, in 10 anni sono scese a 18.281. Più del 50% sono ditte individuali quindi più esposte a rischi. Di queste 5.357 sono artigiane, 298 cooperative mentre le imprese degli under 35 sono 1.428.

Uno sguardo più approfondito ai numeri mette in evidenza i settori dove la crisi ha colpito: il più penalizzato è il comparto edile mentre l’unica nota veramente positiva giunge dal turismo. Se il 2008 si può considerare l’annus horribilis dell’industria biellese, nel 2013 la produzione manifatturiera ha recuperato la stabilità. È l’export che ha determinato l’inversione di tendenza con una crescita che nel 2016 ha toccato 1.760 milioni segnando un più 4.1% sul 2015 (Ue e Asia i principali mercati di sbocco).

“E’ la manifattura tessile a pesare di più con un 61% – spiega Rocco Casella, responsabile servizio ricerca economica di Camera di Commercio – a Biella oltre un quarto ricchezza prodotta è rappresentata dall’industria”.

L’occupazione è stabile e anche gli altri indicatori non mostrano flessioni rilevanti. “Dobbiamo darci un’immagine positiva – ha concluso il vicepresidente Uib con delega al’economia d’impresa Emanuele Scribanti – I dati confermano che il territorio sta reagendo. Grazie all’inclusione del Biellese nell’elenco delle “Aree di crisi industriale non complessa” e al programma “Industria 4.0” varato dal governo, gli imprenditori sono tornati a investire in modo consistente. Nei primi tre mesi dell’anno le esportazioni sono cresciute del 12,7% rispetto all’anno precedente, mentre il dato nazionale si attesta al +9,9%”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

maggio 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Aprile 2019 30 Aprile 2019 1 Maggio 2019 2 Maggio 2019 3 Maggio 2019 4 Maggio 2019 5 Maggio 2019
6 Maggio 2019 7 Maggio 2019 8 Maggio 2019 9 Maggio 2019 10 Maggio 2019 11 Maggio 2019 12 Maggio 2019
13 Maggio 2019 14 Maggio 2019

Category: GeneralTechtextil Frankfurt

Techtextil Frankfurt
15 Maggio 2019

Category: GeneralTechtextil Frankfurt

Techtextil Frankfurt
16 Maggio 2019

Category: GeneralTechtextil Frankfurt

Techtextil Frankfurt
17 Maggio 2019 18 Maggio 2019 19 Maggio 2019
20 Maggio 2019 21 Maggio 2019 22 Maggio 2019 23 Maggio 2019 24 Maggio 2019 25 Maggio 2019 26 Maggio 2019
27 Maggio 2019 28 Maggio 2019

Category: GeneralDenim by Première Vision

Denim by Première Vision
29 Maggio 2019

Category: GeneralDenim by Première Vision

Denim by Première Vision
30 Maggio 2019 31 Maggio 2019 1 Giugno 2019 2 Giugno 2019