Po.in.tex chiude il 2017 col sorriso

Po.in.tex chiude il 2017 col sorriso

Il primo Innovation Edge organizzato da Po.in.tex, Polo di Innovazione Tessile, istituito dalla Regione Piemonte e gestito da Città Studi Biella, è stata l’occasione per fare il bilancio dell’anno che si avvia alla conclusione. Innanzitutto soddisfazione per questo nuovo format, l’Innovation Edge, ideato per dare visibilità e far conoscere i progetti di ricerca realizzati dalle aziende associate.

Soddisfazione però anche per tutto il 2017. “Il 2017 è stato un anno importante per Po.in.tex – ha affermato Pier Ettore Pellerey, presidente di Città Studi – perché siamo riusciti a portare per le aziende un incremento notevolissimo di contributi e finanziamenti. Il Polo di Innovazione Tessile ha fatto ottenere alle aziende aderenti 2,7 milioni di euro, importo che equivale al 30% di quanto si era ottenuto negli 8 anni precedenti (circa 8 milioni). Si è trattato di un anno complesso, perchè è iniziato un nuovo ciclo, abbiamo dovuto ricominciare con una nuova programmazione e un nuovo budget, ma crediamo di aver dato modo alle aziende di usufruire di maggiori servizi. In più, il 2017 è servito a Po.in.tex per creare, insieme a SMI e ad altre realtà, i presupposti per arrivare alla fine di novembre scorso alla costituzione del cluster “Made in Italy”, di cui Città Studi/Po.in.tex è candidata a svolgere il ruolo di segreteria operativa per il primo biennio (sino a fine 2019). Questo è fondamentale, perché significa che Biella potrà essere così al centro delle politiche nazionali per il made in Italy, quindi non solo per quanto riguarda il tessile/abbigliamento ma per tutti quei settori che rappresentano l’eccellenza della bilancia dei pagamenti italiani e costituiscono la spina dorsale della nostra economia, si pensi al legno-arredo, l’oreficeria e l’agroalimentare”.

Il 1° Innovation Edge, di cui è già stata annunciata una seconda edizione il prossimo anno, ha dato modo a sette aziende associate a Po.in.tex di presentare il frutto del loro lavoro di ricerca. Sette aziende fiore all’occhiello dell’imprenditoria piemontese, che hanno saputo catturare l’attenzione dei presenti con una serie di progetti quanto mai eterogenei e diversi tra loro.

Il primo relatore è stato Andrea Pelissero (Bianco) con il progetto INNOPAD, un innovativo sistema di preparazione tessuti eco friendly. A seguire  Alessandro Eugenio Canepa (Lanificio F.lli Piacenza) ha presentato il sistema ISizeYou: Image analyses per la definizione della taglia nella vendita di abbigliamento online; Andrea Alessio (Maglificio Po) ha illustrato le tecnologie per la tracciabilità della filiera tessile, dal filo al capo finito; Marco Ploner (Sant’Andrea TextileMachines) ha spiegato il funzionamento del nuovo finitore a doppia frottazione per titoli fini con testata elettronica; Ilaria Franzin e Paolo Donadei (Sparco) hanno approfondito l’applicazione di strutture tessili multistrato su prodotti Motorsport; Andrea Messidoro (Arescosmo) ha analizzato i tessuti 3D cuciti per le future strutture gonfiabili; Andrea Novello (Zanolo) ha presentato COEX: la rivoluzione naturale contro il fuoco.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

giugno 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Giugno 2020 2 Giugno 2020 3 Giugno 2020 4 Giugno 2020 5 Giugno 2020 6 Giugno 2020 7 Giugno 2020
8 Giugno 2020 9 Giugno 2020 10 Giugno 2020 11 Giugno 2020 12 Giugno 2020 13 Giugno 2020 14 Giugno 2020
15 Giugno 2020 16 Giugno 2020 17 Giugno 2020 18 Giugno 2020 19 Giugno 2020 20 Giugno 2020 21 Giugno 2020
22 Giugno 2020 23 Giugno 2020 24 Giugno 2020 25 Giugno 2020 26 Giugno 2020 27 Giugno 2020 28 Giugno 2020
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020