Ratti, il 2015 è iniziato
col freno tirato

Ratti, il 2015 è iniziato <br> col freno tirato

Primo semestre del 2015 con un calo di fatturato per Ratti, arrivata a ricavi per 44,51 milioni di euro, in calo dell’8,6% rispetto ai 48,69 milioni realizzati nella prima metà dello scorso anno. L’utile netto è stato di 1,33 milioni, questo invece in miglioramento rispetto ai 1,03 milioni del primo semestre del 2014.

A incidere nel calo del fatturato è stata la flessione delle proposte donna e il termine di una licenza: da gennaio a giugno l’aziende lariana ha aumentato il fatturato in Italia (+3,9%), mentre nel resto d’Europa ha perso terreno (-6,9%); non malissimo gli Stati Uniti (+1,3%), crollo invece in Giappone (-18%) e nel resto del mondo (-37%).

Il cda del gruppo ha preso atto della sottoscrizione, per oltre 492mila dinari (circa 227mila euro), dell’aumento di capitale deliberato dalla controllata tunisina Creomoda Sarl, finalizzati all’ulteriore sviluppo della stessa.

Per il secondo semestre il management guidato da Sergio Tamborini stima un recupero nei ricavi, che nella prima metà dell’esercizio, come da attese, hanno risentito del termine di un contratto di licenza (la società produce accessori tessili per griffe del lusso e ha stretto accordi con Givenchy ed Elie Saab).

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

maggio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Aprile 2020 28 Aprile 2020 29 Aprile 2020 30 Aprile 2020 1 Maggio 2020 2 Maggio 2020 3 Maggio 2020
4 Maggio 2020 5 Maggio 2020 6 Maggio 2020 7 Maggio 2020 8 Maggio 2020 9 Maggio 2020 10 Maggio 2020
11 Maggio 2020 12 Maggio 2020 13 Maggio 2020 14 Maggio 2020 15 Maggio 2020 16 Maggio 2020 17 Maggio 2020
18 Maggio 2020 19 Maggio 2020 20 Maggio 2020 21 Maggio 2020 22 Maggio 2020 23 Maggio 2020 24 Maggio 2020
25 Maggio 2020 26 Maggio 2020 27 Maggio 2020 28 Maggio 2020 29 Maggio 2020 30 Maggio 2020 31 Maggio 2020