Rincari energetici, prospettive nere per le aziende di Cna

Rincari energetici, prospettive nere per le aziende di Cna

Sono allarmanti i dati dell’ultima indagine condotta da Cna Toscana Centro su un campione di 150 aziende tra Prato e Pistoia di ogni tipologia.

I rincari energetici stanno aprendo scenari tetri sul futuro delle varie attività: “La politica nazionale ed europea agisca subito, il tempo è scaduto e si rischia il default” dice il presidente Claudio Bettazzi, che ricorda come i costi siano quasi triplicati rispetto al 2021.

Secondo l’indagine ad essere più colpiti dal boom dei rincari sono stati il comparto turistico, la meccanica di produzione, il tessile e l’alimentare: le aziende del tessile registrano un aumento medio del 172% con picchi che arrivano fino al 356%.

Il 69% degli intervistati si è visto applicare aumenti tariffari negli ultimi sei mesi, quasi il 10% ha già ricevuto disdetta unilaterale del contratto; il 33,6% del campione è stato costretto a cambiare fornitore di energia e in alcuni casi è stata richiesta la fidejussione da parte del gestore, inoltre il 18,2% è stato costretto a ricorrere alla rateizzazione delle bollette. E circa un’azienda su tre ha scelto di modificare l’organizzazione del lavoro, riducendo l’orario, anche con un giorno in più di chiusura, oppure modificando i turni di lavoro.

Per il futuro addirittura il 48,2% dichiara che non proseguirà l’attività se i costi energetici non diminuiranno, un ulteriore 40% ha già attivato le pratiche per richiedere il credito di imposta di energia, il 24,5% prevede di ricorrere ad ammortizzatori sociali e il 52,7% dichiara di non essere riuscito a trasferire i rincari energetici sui costi di lavorazione.

Solo l’11,8% ha pannelli fotovoltaici o impianti di cogenerazione installati in azienda, ma adesso il 55,5% sarebbe disponibile da subito ad investire in impianti di autoproduzione se fossero disponibili incentivi.

Dopo l’analisi dei numeri Bettazzi presenta anche le richieste: misure immediate di “calmierazione” del caro energia per le imprese e una riforma a carattere strutturale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

gennaio 2023
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
26 Dicembre 2022 27 Dicembre 2022 28 Dicembre 2022 29 Dicembre 2022 30 Dicembre 2022 31 Dicembre 2022 1 Gennaio 2023
2 Gennaio 2023 3 Gennaio 2023 4 Gennaio 2023 5 Gennaio 2023 6 Gennaio 2023 7 Gennaio 2023 8 Gennaio 2023
9 Gennaio 2023 10 Gennaio 2023

Categoria: GeneralHeimtextil

Heimtextil

Categoria: GeneralThe London Textile Fair

The London Textile Fair
11 Gennaio 2023

Categoria: GeneralHeimtextil

Heimtextil

Categoria: GeneralThe London Textile Fair

The London Textile Fair
12 Gennaio 2023

Categoria: GeneralHeimtextil

Heimtextil
13 Gennaio 2023

Categoria: GeneralHeimtextil

Heimtextil
14 Gennaio 2023 15 Gennaio 2023
16 Gennaio 2023 17 Gennaio 2023 18 Gennaio 2023 19 Gennaio 2023 20 Gennaio 2023 21 Gennaio 2023 22 Gennaio 2023
23 Gennaio 2023 24 Gennaio 2023

Categoria: GeneralMunich Fabric Start

Munich Fabric Start
25 Gennaio 2023

Categoria: GeneralMunich Fabric Start

Munich Fabric Start

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
26 Gennaio 2023

Categoria: GeneralMunich Fabric Start

Munich Fabric Start

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
27 Gennaio 2023

Categoria: GeneralPitti Filati

Pitti Filati
28 Gennaio 2023 29 Gennaio 2023
30 Gennaio 2023 31 Gennaio 2023

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
1 Febbraio 2023

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
2 Febbraio 2023

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
3 Febbraio 2023 4 Febbraio 2023 5 Febbraio 2023