Saloni di luglio, PV spiega le strategie.
E allontana le polemiche

Saloni di luglio, PV spiega le strategie. <br> E allontana le polemiche

Si prospetta un luglio molto caldo. Detta da una Parigi soleggiata ma ventosa e fredda e senza nessun conforto ne’ competenza dal punto di vista meteorologico la frase puo’ sembrare azzardata e ben lontana (nel tempo) dall’essere confermata o smentita. Detta dalla sala stampa di Premiere Vision Parigi, con il conforto delle parole del vice direttore del salone Gilles Lasbordes e del responsabile dei saloni internazionali di PV Guglielmo Olearo appare gia’ piu’ appropriata e piu’ facilmente confermabile.

Breve riassunto: in Italia Milano Unica pensa se, dove e quando confermare la pur buona esperienza di Prima dello scorso luglio. E ci pensa a lungo. Un paio di settimane prima di Milano Unica, ovvero intorno al 20 gennaio, Premiere Vision gioca il jolly e annuncia che il 6 e 7 luglio, a Palazzo Brongniart, fara’ una fiera di precollezioni. A Milano Unica il presidente di Sistema Moda Italia Claudio Marenzi si arrabbia e fa un’autocritica all’indecisionismo italiano. Il terzo giorno di Milano Unica arrivano date e luogo di Prima: 6 e 7 luglio, Portello. Preferita quindi l’accoppiata con Anteprima by Lineapelle a quella con Pitti Filati a Firenze.

E siamo ad oggi, ore 12 circa, Parc des Expositions di Villepinte, a nord di Parigi. Lasbordes ha appena introdotto i temi del salone: quadro economico non eccelso a causa del calo dei consumi e della frenata di Cina e Brasile; collaborazione con IFM e Barometro del settore da presentare al prossimo PVP di settembre; bene PV New York e bene anche quello di Parigi, con meno espositori ma piu’ aziende nuove (145), tanti italiani (671) e la quinta edizione di Maison d’Exceptions. Una relazione snella e basata sull’essenziale. Ma alla fine arriva il paragrafo che riguarda le date future e le novita’, e l’edizione di luglio viene inserita in un discorso rapido, con la conferma delle date e del luogo e l’ufficializzazione del nome: Blossom.

Il logo ufficiale del salone

Il logo ufficiale del salone

Lasbordes ringrazia e lascia spazio alle domande: la prima (che restera’ anche l’unica), ovviamente, e’ sulla data identica Parigi-Milano. “La scelta di luglio – dice Lasbordes – risponde alle esigenze delle aziende piu’ creative ed i 60-70 espositori si rivolgeranno ad un target ben definito, ovvero all’alta gamma e al lusso. Siamo arrivati alla decisione delle date dopo uno studio e ad un’analisi di mercato. Se ci sono stati contatti con Milano per scegliere le date? Posso dire che le nostre sono state comunicate con largo anticipo e quindi non e’ il caso di fare polemiche. Abbiamo gia’ indicato anche la data di Blossom di dicembre e sul sito ci sono anche quelle di PVP per i prossimi anni. Da parte nostra c’e’ stata la massima trasparenza”.

A coordinare il progetto Blossom e’ Guglielmo Olearo, il manager torinese che quindi gioca il suo personale derby con Milano Unica, della quale parla con sincero rispetto, e che che ha gia’ in mano gli inviti da mandare ai futuri espositori: “Siamo stati i primi ad annunciare le date – spiega – ed eravamo pronti gia’ da un anno, abbiamo seguito l’esperienza di Prima Milano Unica con attenzione ma nel frattempo nessuno e’ venuto a chiederci niente. Abbiamo fatto una scelta legata alla moda e gia’ diciamo che la seconda edizione di Blossom sara’ il 13 e 14 dicembre”. La scelta arriva dagli e per gli  stilisti: “C’era bisogno di ritmare le collezioni – conferma Olearo – e vedendo come e’ andata PV a New York (in programma subito dopo Blossom, ndr) abbiamo capito che le aziende sono pronte per tempo anche a inizio luglio e a meta’ dicembre. Faremo un salone non aperto a tutti e con un target di clientela molto alto, la location si presta ad un layout in stile showroom e lo stesso nome richiama il lusso. D’altronde Blossom si svolgera’ nella settimana della Haute Couture parigina e nello spazio dove qualche sera prima sfilera’ Versace”.

Premiere Vision parte cosi’ con tanta carne al fuoco: domani il “gioco” sara’ scoprire chi, la mattina del 6 luglio, dira’ “buongiorno” o “bonjour”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

gennaio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Dicembre 2019 31 Dicembre 2019 1 Gennaio 2020 2 Gennaio 2020 3 Gennaio 2020 4 Gennaio 2020 5 Gennaio 2020
6 Gennaio 2020 7 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
8 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
9 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
10 Gennaio 2020

Category: GeneralHeimtextil

Heimtextil
11 Gennaio 2020 12 Gennaio 2020
13 Gennaio 2020 14 Gennaio 2020 15 Gennaio 2020 16 Gennaio 2020 17 Gennaio 2020 18 Gennaio 2020 19 Gennaio 2020
20 Gennaio 2020 21 Gennaio 2020 22 Gennaio 2020 23 Gennaio 2020 24 Gennaio 2020 25 Gennaio 2020 26 Gennaio 2020
27 Gennaio 2020 28 Gennaio 2020 29 Gennaio 2020 30 Gennaio 2020 31 Gennaio 2020 1 Febbraio 2020 2 Febbraio 2020