Tessile e ambiente, in 60 per la fine di Life-Flarex

Tessile e ambiente, in 60 per la fine di Life-Flarex

In 60, da tutta Europa, si sono dati appuntamento davanti a un monitor per l’evento finale del progetto Life-Flarex dedicato ai prodotti “flame retardant” alternativi.

Pointex – Città Studi Biella è l’unico partner italiano del progetto, in collaborazione con alcuni tra i più importanti cluster e centri di ricerca europei, ed i suoi rappresentati hanno partecipato al webinar, che aveva come scopo presentare i progressi e le alternative per l’implementazione delle politiche di sostituzione di prodotti chimici nell’industria tessile, in particolare i prodotti ritardanti di fiamma per tessuti d’arredo come tappeti, rivestimenti per mobili e altri prodotti come materassi o tende.

Tra i relatori presenti i rappresentanti della Commissione europea, dell’Agenzia per le piccole e medie imprese, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche, Euratex, ChemSec, l’Agenzia Federale dell’ambiente tedesca e il centro tecnologico Leitat.

Sono state presentate le opportunità legate al “Green Deal” dell’Unione Europea, sia per il settore tessile che per il settore chimico che fornisce il tessile, poi è stato esposto il programma Life per il sostegno finanziario alle imprese innovative, si è parlato della sostituzione chimica nel settore tessile, in particolare della necessità di deroghe per gli usi essenziali, come i dispositivi di protezione individuale.

I partner del progetto hanno presentato i principali risultati ottenuti, compresi quelli tecnici, la valutazione tossicologica in vitro, la valutazione dei rischi, la valutazione del ciclo di vita e le raccomandazioni a livello di policy.

Il team ha valutato quattro diverse applicazioni dei tessuti nel settore dell’arredamento: rivestimenti, tende, biancheria da letto e copri-materassi. Per ogni applicazione è stata valutata una serie di prodotti alternativi rispetto ai prodotti standard convenzionalmente utilizzati nel settore. Per ogni applicazione è stato identificato almeno un prodotto alternativo in grado di ridurre l’impatto ambientale ed i costi, pur assicurando buone prestazioni tecniche.

Il webinar si è concluso con la presentazione di altri due progetti Life su tematiche correlate: AskReach, che sta sviluppando un’applicazione per i consumatori per identificare se un prodotto ha utilizzato sostanze potenzialmente pericolose durante la sua produzione e Midwor-Life, che ha lavorato su finissaggi alternativi per ottenere idro e oleo repellenza sui tessuti.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

luglio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020
6 Luglio 2020 7 Luglio 2020 8 Luglio 2020 9 Luglio 2020 10 Luglio 2020 11 Luglio 2020 12 Luglio 2020
13 Luglio 2020 14 Luglio 2020 15 Luglio 2020 16 Luglio 2020 17 Luglio 2020 18 Luglio 2020 19 Luglio 2020
20 Luglio 2020 21 Luglio 2020 22 Luglio 2020 23 Luglio 2020 24 Luglio 2020 25 Luglio 2020 26 Luglio 2020
27 Luglio 2020 28 Luglio 2020 29 Luglio 2020 30 Luglio 2020 31 Luglio 2020 1 Agosto 2020 2 Agosto 2020