Fiere, una novità tira l’altra

Fiere, una novità tira l’altra

Una piccola rivoluzione copernicana che ha modificato i calendari fieristici internazionali. Questa è l’impressione che abbiamo come addetti ai lavori alla vigilia della presentazione di questo numero di Showcase, una rivista che si basava su una consolidata alternanza di fiere, scalfita qualche anno fa solo dalla presenza purtroppo quasi effimera di Prima Moda Tessuto: è arrivata la quasi omonima Prima Milano Unica e si è inserita in un luglio di solito riservato a Pitti Immagine Filati.

Poco male, anzi, è il segno di una vitalità ritrovata di tutto il sistema e se dovremo fare l’abitudine a questa nuova tempistica meglio ancora, significherà che Prima ha ottenuto il piacimento e il successo che gli organizzatori si auspicano.
E’ necessario quindi partire da qui, senza nulla togliere a Pitti Filati, caposaldo delle fiere e anche vetrina di primo piano per lo stesso Showcase, ma la novità è tale che va raccontata subito.
Prima Milano Unica è il primo ma decisivo passo compiuto nella strada che dovrebbe portare, anche nell’intedimento del Governo, espresso dal vice ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda, ad un avvicinamento nelle posizioni tra la fiera milanese e Première Vision, sia come varietà di proposta che come numeri di espositori. Su pressione di alcune aziende e di alcuni imprenditori è stato deciso di differenziarsi già nelle date ed ecco l’idea di Prima, in programma dall’1 al 3 luglio al Portello adesso raggiungibile, ed è notizia anche questa, direttamente con la metropolitana grazie all’apertura della linea color lilla.
Più di 50 le aziende che hanno aderito a questo progetto e che esporranno le precollezioni in concomitanza a Anteprima Lineapelle: hall 3 e hall 5 le sedi dei due saloni e chissà che l’insolito (per l’Italia) abbinamento tessuti-pelle non porti nuovi clienti agli uni e agli altri…

Prima di fare un salto in avanti di quasi tre settimane e di alcune migliaia di chilometri bisogna fermarsi alla Fortezza da Basso di Firenze dove, negli stessi giorni di Prima, Pitti Filati 77 metterà in mostra l’anteprima mondiale autunno-inverno 2016/17 delle collezioni di filati per maglieria. Anche in questo caso è l’eccellenza della produzione italiana e mondiale a richiamare visitatori e addetti ai lavori, pronti a scoprire le novità nei cataloghi e le tendenze.
L’eco di Pitti uomo e Pitti Bimbo si sarà appena dissolta quando nei padiglioni arriveranno i filatori per proseguire nel lavoro di riconquista di spazi sul mercato e di crescita nei fatturati, visto che anche per questo settore a monte la crisi più cruenta sembra passata, lasciando spazio a numeri confortanti.
Uno di questi è il 40, quello del 40° anniversario di Lineapiù Italia, storica azienda pratese che alla sopracitata crisi stava pagando un dazio pesante e che invece ha saputo rilanciarsi verso un traguardo che sarà festeggiato con la cena-evento su invito “Lineapiù Italia, 40 anni di emozioni”, in programma mercoledì 1 luglio addirittura nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio.
Con Pitti Filati torna anche l’appuntamento con Feel the Yarn, il concorso dedicato agli aspiranti stilisti provenienti da una selezione tra le migliori scuole di moda internazionali e finalizzato ad ampliare la creatività espressa dai filati prodotti dalle più qualificate filature toscane. Un progetto nato dalla collaborazione tra Toscana Promozione, Consorzio Promozione Filati, Elementi Moda e Pitti Immagine.
Altro abbinamento inossidabile è quello con Vintage Selection, che celebrerà la sua 26’ edizione
dall’1 al 4 luglio alla Stazione Leopolda, abbinando all’abbigliamento degli anni passati anche una ‘moda’ del momento, ovvero lo street food.

Il salto preannunciato di settimane e orari ci porta a New York per l’altra grande novità dell’estate 2015, la prima edizione di Milano Unica nella Grande Mela, il secondo passo di avvicinamento a Première Vision. Grazie al contributo del Governo (economico e organizzativo) il presidente Albini e lo staff di Milano Unica sono riusciti a organizzare, dal 20 al 22 allo Jacob Javis Center di Manhattan, la versione a stelle e strisce del salone milanese. In questo caso i numeri sono in via di definizione ma è certo che le richieste hanno superato l’offerta dei posti: il sipario su questa novità si aprirà a Prima, quando verranno presentate tutte le fiere internazionali di Milano Unica.

Tutto torna alla ‘normalità’ a settembre, con il poker abituale Munich Fabric Start, Milano Unica, Texworld e Première Vision a caratterizzare la ripresa delle attività dopo la sosta di agosto.
La fiera bavarese deve forse ritrovare una quadratura del cerchio dopo lo stravolgimento dei calendari nelle ultime edizioni e la crescita della concorrenza sul mercato fieristico interno e questa edizione dell’estate 2015 potrebbe essere quella del rilancio, anche perché i clienti tedeschi sembrano aver ritrovato una buona capacità di spesa.
A Milano sarà riproposta la formula classica e non mancheranno sicuramente i momenti per le considerazioni sull’esordio di Prima: il Portello riaprirà anche le altre hall e la fiera si baserà sui numeri classici, magari in aumento.
A Parigi invece dualismo a distanza e senza eccessiva concorrenza tra Texworld e Première Vision nella settimana centrale del mese, con le due fiere che continuano a conquistare nuovi espositori. Al momento di andare in stampa i numeri sono indicativi ma sia per Messe Frankfurt, reduce dalle esperienze molto positive di Techtextil e Texprocess a maggio, che per PV, che per la seconda volta presenta il salone col nome unico di Première Vision Paris, si può già azzardare un bilancio positivo.
Settembre a Première Vision significa anche Awards, con le aziende italiane che puntano a confermarsi al vertice della produzione tessile mondiale: i premi sono giunti alla loro settima edizione e finora almeno un’azienda italiana ne ha vinto uno.

Chiusura di stagione e di calendario fieristico con Filo, un’altra delle manifestazioni che potrebbe giovare di un aiuto da parte del Governo nel piano di internazionalizzazione delle fiere italiane. Il 30 settembre e l’1 ottobre al Palazzo delle Stelline torna intanto l’edizione classica: anche in questo caso il vento sembra aver ripreso vigore ed i numeri potrebbero portare molto ottimismo al settore.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

ottobre 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Settembre 2019 1 Ottobre 2019 2 Ottobre 2019 3 Ottobre 2019 4 Ottobre 2019 5 Ottobre 2019 6 Ottobre 2019
7 Ottobre 2019 8 Ottobre 2019 9 Ottobre 2019 10 Ottobre 2019 11 Ottobre 2019 12 Ottobre 2019 13 Ottobre 2019
14 Ottobre 2019 15 Ottobre 2019 16 Ottobre 2019 17 Ottobre 2019 18 Ottobre 2019 19 Ottobre 2019 20 Ottobre 2019
21 Ottobre 2019 22 Ottobre 2019 23 Ottobre 2019 24 Ottobre 2019 25 Ottobre 2019 26 Ottobre 2019 27 Ottobre 2019
28 Ottobre 2019 29 Ottobre 2019 30 Ottobre 2019 31 Ottobre 2019 1 Novembre 2019 2 Novembre 2019 3 Novembre 2019