Per Radici la sostenibilità è credibilità

Per Radici la sostenibilità è credibilità

Presentando il Bilancio di Sostenibilità del 2018 RadiciGroup ha sottolineato l’importanza di certificazioni e performance, non solo economiche, che in ogni caso si confermano positive insieme a quelle sociali e ambientali.

Il bilancio è stato redatto secondo il modello GRI Standards – Core Option: “Sono molto orgoglioso – ha commentato il presidente Angelo Radici – di vedere che, anche quest’anno, i risultati sono stati positivi e tangibili. Si tratta di risposte concrete che stiamo dando ai nostri figli, ai nostri nipoti e alle comunità in cui noi tutti viviamo. Il nostro impegno per la sostenibilità è di lunga data e oggi l’obiettivo è dare continuità a questo percorso: l’azienda come protagonista del cambiamento, promotrice di una sostenibilità competitiva in grado di generare domanda crescente e virtuosa di prodotti e processi a limitato impatto lungo tutta la catena del valore, coinvolgendo in questa strategia tutti i suoi stakeholder”.

Il 100% dei prodotti RadiciGroup sono completamente riciclabili a fine vita e molti vengono realizzati a partire da materie prime riciclate, altri ancora sono da fonte bio. E sono realizzati in impianti certificati secondo le norme ISO, che costituiscono linee guida sicure per strutturare, gestire, verificare i diversi progetti e individuare i piani di miglioramento. Il 2018 ha visto il passaggio di tutti i siti del gruppo all’edizione 2015 della norma ISO 9001, legata alla gestione dei sistemi di qualità, e della norma ISO 14001, legata ai sistemi di gestione ambientale.

“Abbiamo lavorato molto sull’innovazione – ha aggiunto Angelo Radici – sulla misurazione costante dell’impatto dei prodotti e sulla formazione delle persone, destinando inoltre importanti investimenti agli impianti al fine di renderli sempre più performanti e allo stesso tempo integrati nel territorio”.

Per quanto riguarda le risorse, nel 2018 RadiciGroup ha risparmiato il 69% di acqua, riutilizzandola, in alcuni impianti, fino a 60 volte. Considerando il triennio 2016-2018 e rapportando i valori alle quantità lavorate, si è verificata una riduzione del 7% di acqua, una diminuzione del 3,5% dei consumi energetici da fonte primaria fossile e un calo del 10% delle emissioni complessive di CO2eq. Dal 2011 al 2018 il gruppo ha ridotto del 56% le emissioni complessive di CO2eq rapportate ai quantitativi lavorati.

Dal punto di vista economico nel 2018 il valore aggiunto globale netto è ancora in crescita, attestandosi a 280 milioni di euro (258 nel 2017).

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

giugno 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Giugno 2020 2 Giugno 2020 3 Giugno 2020 4 Giugno 2020 5 Giugno 2020 6 Giugno 2020 7 Giugno 2020
8 Giugno 2020 9 Giugno 2020 10 Giugno 2020 11 Giugno 2020 12 Giugno 2020 13 Giugno 2020 14 Giugno 2020
15 Giugno 2020 16 Giugno 2020 17 Giugno 2020 18 Giugno 2020 19 Giugno 2020 20 Giugno 2020 21 Giugno 2020
22 Giugno 2020 23 Giugno 2020 24 Giugno 2020 25 Giugno 2020 26 Giugno 2020 27 Giugno 2020 28 Giugno 2020
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020