Shanghai – Cina
Se gli spazi non mancano…

Shanghai è il futuro in uno spazio che pare infinito. I numeri ai quali molti sono abituati qui diventano del tutto relativi e l’impatto che ha la città su chi la frequenta per la prima volta o raramente è forte, ma non di caos disorganizzato come ci si poteva immaginare anni fa. I servizi (metro) funzionano ed hanno prezzi molto bassi, orientarsi non è difficile grazie anche alle indicazioni in inglese (parlato però da una percentuale ridotta di cinesi, anche negli hotel) e le cose da vedere sono abbastanza vicine tra loro.

Lo skyline del Bund è l’emblema di una megalopoli da 25 milioni di abitanti che sta facendo passi da gigante nell’architettura, nella tecnologia ed anche nella riduzione dell’inquinamento, pur partendo da posizioni allarmanti e di grande arretratezza che tuttora la rendono una delle città più inquinate al mondo, soprattutto per le polveri sottili.

La microcriminalità è vicina allo zero e la percezione della sicurezza è totale, anche nei luoghi più affollati.

Collegamenti – La maggior parte degli espositori internazionali arriva all’aeroporto di Pudong, che si trova praticamente sullo sbocco del fiume Yangtze nel mar Giallo. Per raggiungere il centro della città (per quanto la definizione ‘centro’ sia abbastanza vaga considerate le dimensioni enormi) ci sono varie opzioni. La prima è il Maglev, un treno che viaggia a 430 km orari e che in otto minuti porta ad un capolinea della metro con la quale raggiungere le varie zone della città. La seconda è la metro verde (2) dal terminal 2: ci impiega di più ma arriva ovunque. Poi la navetta bus, comoda ma lenta. Infine il taxi, che obbliga ad una coda di solito lunga per salire ma che ovviamente porta alla destinazione finale. In condizioni di traffico ridotto (mattina presto o notte) bastano 50 minuti, nelle ore di punta si può arrivare facilmente all’ora e mezzo; ne vale la pena per vedere la serie infinita di grattacieli che già dalla prima periferia costeggiano l’autostrada dando l’impressione di attraversare alveari umani.

Spazio fieristico – Il National Exhibition and Convention Center di Shanghai (dove La Spola è stata per Chic, Intertextile e Milano Unica Shanghai, ndr), visto dall’alto, è un enorme quadrifoglio al centro di un quartiere tuttora in costruzione e che, tra area espositiva, uffici, appartamenti e viabilità interna arriverà a coprire 1,47 milioni di metri quadrati, con 400.000 metri quadrati di esposizione interna e 100.000 esterna. Per fare un raffronto basti pensare che l’area occupata dallo stadio di San Siro è di 355.000 metri quadrati.

I petali di questo quadrifoglio sono i padiglioni, disposti su più piani, cosa che permette di organizzare fiere diverse contemporaneamente senza che l’una interferisca con l’altra: per passare da un padiglione all’altro si può attraversare la grande “corolla” centrale, usufruire dei vari ascensori e scale mobili o servirsi del bus navetta che fa la spola da un capo all’altro del Center.

L’area si trova in Songze Avenue, molto vicino all’aeroporto di Hongqiao, che però non è quello (Pudong) dove arrivano i principali voli internazionali. Chi non ha interesse a visitare la città può cercare un hotel nelle vicinanze e l’offerta non manca; chi invece vuol abbinare lavoro a turismo e divertimento deve mettere in conto almeno 70 minuti di auto/taxi all’andata e altrettanti (se non di più) al ritorno. L’alternativa è la metropolitana, con la fermata Xujing East praticamente dentro la fiera: ben che vada sono comunque 50 minuti di viaggio dal Bund.

Turismo – Visto il territorio enorme chi è in città per una fiera ed ha quindi i giorni contati deve limitarsi alle attrazioni più vicine al centro storico e finanziario della città. Tappa fissa è il Bund, la passeggiata con panorama sui grattacieli del centro finanziario che si estende per un chilometro e mezzo dal ponte Waibaiduqiao fino al ponte Nanpu. Lungo il lato occidentale 52 palazzi realizzati in differenti stili architettonici e sedi di banche o uffici.

Xintiandi è il centro pedonale di livello internazionale situato nel cuore della città a sud di via Huaihai Zhonglu, Piazza del Popolo è invece il centro vero e proprio, dal quale si accede alla zona dello shopping e dei locali alla moda frequentati dagli occidentali. La torre della televisione Perla d’Oriente (l’alto edificio a punta con un globo quasi al vertice) è il simbolo della modernizzazione della città. Il giardino Yuyuan è invece la tradizione e si trova nel distretto di Nanshi, così come le stradine che attraversano il borgo di Qibao, dove si possono trovare tutti i souvenir possibili e una lunga serie di minuscole botteghe dove servono cibo da strada di non sempre facile identificazione.

E poi ancora parchi, musei e luoghi nei quali, per risparmiare tempo ed energie, è consigliabile farsi accompagnare da persone del posto o guide.

Divertimenti e locali – Impossibile fare una lista di locali o luoghi per far andare a colpo sicuro chi si trova a Shanghai per lavoro. Il mondo del divertimento di Shanghai, noto già quasi un secolo fa, è in continuo mutamento ed ora in voga sono soprattutto i bar ed i ristoranti panoramici, sia di alberghi che in edifici commerciali. Più difficile trovare un’offerta di bar e pub simili a quelli occidentali, mentre i ristoranti invece hanno stili a 360 gradi.

Gastronomia – “La Cina è vicina e inizia dalla cucina” è lo slogan che ha accompagnato l’immigrazione cinese in Italia negli anni ’80 e quindi i piatti tradizionali cinesi per noi hanno pochi segreti. Shanghai non ha piatti tipici ma presenta quelli delle province vicine e non mancano pollo, pesche e granchi ma neppure gli ingredienti classici che ci attendiamo sulle tavole, ovvero riso, salsa di soia, ravioli al vapore e zuppe di vari sapori e colori. Il tutto servito spesso su tavoli con una parte centrale rotonda che gira e che offre a tutti i commensali la possibilità di prendere il cibo dai vassoi e dalle zuppiere comuni. Spesso, ma non sempre, si ha la fortuna di trovare ristoranti dotati di posate all’occidentale, altrimenti scatta il corso accelerato di uso delle bacchette…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

luglio 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Luglio 2019 2 Luglio 2019 3 Luglio 2019

Category: GeneralBlossom PV

Blossom PV
4 Luglio 2019

Category: GeneralBlossom PV

Blossom PV
5 Luglio 2019 6 Luglio 2019

Category: GeneralInterfilière

Interfilière
7 Luglio 2019

Category: GeneralInterfilière

Interfilière
8 Luglio 2019 9 Luglio 2019

Category: GeneralMilano Unica

Milano Unica
10 Luglio 2019

Category: GeneralMilano Unica

Milano Unica
11 Luglio 2019

Category: GeneralMilano Unica

Milano Unica
12 Luglio 2019 13 Luglio 2019 14 Luglio 2019
15 Luglio 2019 16 Luglio 2019

Category: GeneralThe London Textile Fair

The London Textile Fair
17 Luglio 2019

Category: GeneralThe London Textile Fair

The London Textile Fair
18 Luglio 2019 19 Luglio 2019 20 Luglio 2019 21 Luglio 2019
22 Luglio 2019 23 Luglio 2019 24 Luglio 2019 25 Luglio 2019 26 Luglio 2019 27 Luglio 2019 28 Luglio 2019
29 Luglio 2019 30 Luglio 2019 31 Luglio 2019 1 Agosto 2019 2 Agosto 2019 3 Agosto 2019 4 Agosto 2019