UK, un mercato senza certezze

UK, un mercato senza certezze

A giudicare dai commenti degli espositori della London Textile Fair quello britannico è un mercato tutto da interpretare. Difficile, se non impossibile, fare una valutazione della fiera a poche ore dal suo inizio, in un 16 luglio soleggiato, con l’estate che sembra più tale al di là della Manica che in Italia. Così i primi commenti sono legati ad un mercato che, tra Brexit, calo dei consumi e disponibilità economiche mutate negli anni, è ricco di incognite.

“Per noi- dice Giorgio Conterno, direttore commerciale di E. Miroglio Lana – le cose sono migliorate negli ultimi anni, grazie probabilmente alla qualità, alla ricerca sul prodotto, alla ricerca di qualcosa che non sia banale, magari più di nicchia ma appetibile. E molto sta facendo anche il tema della sostenibilità, che da queste parti è molto sentito; i nostri prodotti che abbinano il NewLife alla lana o alla viscosa hanno ottenuto buoni riscontri. Fino a qualche anno fa la discriminante principale era il prezzo, adesso non è più così”. E la valutazione positiva è allargata anche a Milano Unica: “Abbiamo avuto più affluenza del solito e del previsto, anche di inglesi” conclude Conterno che tocca anche il tema delle piattaforme digitali: “Il nostro è un mestiere antico in tutti i sensi – dice – e la percezione organolettica ha ancora un suo valore. Bene Internet ma il tessuto va toccato”.

Percezione diametralmente opposta in casa Paultex: “Quello inglese è un mercato in ribasso – ammette Alessio Galardini – ma non c’entra la Brexit quanto piuttosto un diverso rapporto tra domanda e offerta. C’è una diffusa e generalizzata staticità del mercato da circa un anno. Per fortuna è anche un mercato ben disposto verso la lana e quindi le nostre collezioni sono adatte a questo contesto fieristico, che comunque sta un po’ cambiando volto dopo l’arrivo di aziende non europee”.

Può incidere anche la concomitanza con View a  Monaco o un calendario pieno di appuntamenti? “Le fiere sono davvero tante – conclude Galardini – e con i clienti ci vediamo spesso ma non possiamo fare altrimenti. Una volta la fiera era l’unico momento per vedersi, adesso i clienti girano meno e siamo noi che dobbiamo andare a incontrarli in azienda o nei saloni a loro più vicini”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

luglio 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020
6 Luglio 2020 7 Luglio 2020 8 Luglio 2020 9 Luglio 2020 10 Luglio 2020 11 Luglio 2020 12 Luglio 2020
13 Luglio 2020 14 Luglio 2020 15 Luglio 2020 16 Luglio 2020 17 Luglio 2020 18 Luglio 2020 19 Luglio 2020
20 Luglio 2020 21 Luglio 2020 22 Luglio 2020 23 Luglio 2020 24 Luglio 2020 25 Luglio 2020 26 Luglio 2020
27 Luglio 2020 28 Luglio 2020 29 Luglio 2020 30 Luglio 2020 31 Luglio 2020 1 Agosto 2020 2 Agosto 2020