Fabio Adami Dalla Val
Il denim post pandemia

Fabio Adami Dalla Val <br> Il denim post pandemia

Denim Première Vision è dietro l’angolo e l’angolo è quello del Superstudio Più, lo spazio milanese dove il 13 e 14 ottobre andrà in scena il ritorno in presenza del salone parigino, ma itinerante, del jeans.

46 espositori, con anche qualcuno che arriva dall’estero, e la voglia di ripartire con la verve ed i colori del pre-pandemia. Il “regista” di Denim PV è un veronese, Fabio Adami Dalla Val, che da oltre quattro anni si occupa in prima persona del salone, tra le luci dell’inizio e le ombre causate dal Covid, che ha bloccato l’evento proprio nel momento del suo massimo slancio.

Adesso tutto è pronto ma il lavoro da fare è stato tanto: “Siamo soddisfatti della risposta che abbiamo avuto dalle aziende – dice il manager italiano – soprattutto da fine agosto in poi”.

Qual è stato il problema maggiore?
Probabilmente far capire agli espositori che potevano venire in Italia. I dubbi erano tanti, da parte di molti addetti ai lavori esteri, sia perché le norme non sono state chiare fino a pochi mesi fa sia perché ci sono stati problemi ad avere il visto per l’Italia, visto che alcune ambasciate e alcuni uffici erano chiusi.

Alla fine che salone dobbiamo aspettarci?
Avremi 46 espositori, in arrivo anche da Cina, Giappone, Pakistan e Marocco. Nessuno dal Bangladesh, che rimane uno dei player più importanti al mondo per il denim, proprio per i problemi di visto e di accesso in Italia. Stesso discorso per l’India. A questa edizione i protagonisti saranno i produttori di tessuto, sia pure con pochi italiani, mentre non saranno tantissime le aziende di accessori.
Avremo anche un’agora sulle tendenze con un contatto diretto che è mancato in questi ultimi due anni.

Con la pandemia ha assunto un ruolo primario la digitalizzazione. Quale l’impatto su Denim PV?
La Digital Denim week è stata un’esperienza molto positiva, che ovviamente prosegue. Ma dal punto di vista tecnologico avremo a Denim PV una grande novità, uno spazio fisico con realtà aumentata che permetterà ai visitatori di interagire in modo digitale con i prodotti.

Dal punto di vista logistico è stato impegnativo gestire la questione della sicurezza e delle norme anti Covid?
Abbiamo mantenuto la stessa struttura tipica del salone, con spazi larghi a costo di andare a discapito dell’impatto visivo. Gli espositori troveranno un ambiente sicuro e confortevole per fare affari e incontrare i clienti senza problemi.

Per paradosso possiamo dire che il lockdown e la pandemia hanno avuto un impatto positivo per il jeans, più usato per stare in casa?
Non del tutto, perché tanti hanno ripiegato su tute e abbigliamento ancora più casalingo. Di certo durante la pandemia il modo di vestirsi è stato interpretato in senso più elastico, meno formale. Ho notato un uso più ampio del jeans da parte dei ragazzi, con attenzione a linee più morbide.

Dopo Milano Denim PV riprende il suo girovagare. Prossima tappa?
A maggio andremo a Berlino, una città che mi piace tantissimo e che è particolarmente adatta ad un salone come il nostro. Non cara, giovane. Ho già fatto un sopralluogo allo spazio (l’Arena, ndr) e stiamo già lavorando per questo evento.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

ottobre 2021
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 Settembre 2021 28 Settembre 2021 29 Settembre 2021 30 Settembre 2021 1 Ottobre 2021 2 Ottobre 2021 3 Ottobre 2021
4 Ottobre 2021 5 Ottobre 2021 6 Ottobre 2021 7 Ottobre 2021 8 Ottobre 2021 9 Ottobre 2021 10 Ottobre 2021
11 Ottobre 2021 12 Ottobre 2021 13 Ottobre 2021 14 Ottobre 2021 15 Ottobre 2021 16 Ottobre 2021 17 Ottobre 2021
18 Ottobre 2021 19 Ottobre 2021 20 Ottobre 2021 21 Ottobre 2021 22 Ottobre 2021 23 Ottobre 2021 24 Ottobre 2021
25 Ottobre 2021 26 Ottobre 2021 27 Ottobre 2021 28 Ottobre 2021 29 Ottobre 2021 30 Ottobre 2021 31 Ottobre 2021