Moda, le imprese cinesi sono “simili a quelle italiane”

Moda, le imprese cinesi sono “simili a quelle italiane”

Con a fianco il rinnovato board, composto anche da Jane Du e Jordan Zeng, il presidente dell’associazione cinese dei produttori di abbigliamento, che organizza Chic, Chen Dapeng (nella foto) ha fatto il punto sul salone al termine della seconda giornata, quella apparsa piu’ frenetica e convincente dal punto di vista dell’affluenza.

Che la Cina non sia piu’ quel paradiso per i consumi al quale si erano abituate le nuove generazioni locali e’ un fatto ormai assodato: anche da queste parti gli acquisti sono diminuiti e la crescita del pil ha percentuali inferiori al passato, pur restando importante. Cosi’ anche Chic deve prendere atto della situazione e fare i conti con numeri sostanzialmente stabili rispetto alle precedenti edizioni di settembre.

“La qualita’ degli espositori aumenta – ha detto Dapeng – ed il salone e’ lo specchio del mercato, guidato soprattutto dai consumatori piu’ giovani, che sono quelli a cui Chic fa riferimento. Nel 2018 il settore dell’abbigliamento era cresciuto del 5-6%, adesso siamo intorno al 2,6%. E’ un mercato dinamico, in cui i gusti cambiano velocemente e noi dobbiamo essere in grado di seguirlo adattandoci, anche con nuovi prodotti”.

Uno sforzo, per le aziende, che passa anche e soprattutto dalla tecnologia: “Molti si stanno attrezzando – ha continuato il presidente – non solo con i macchinari per la produzione ma anche per il digitale, mentre sul fronte della green economy i passi sono un po’ piu’ lenti. Sappiamo che la responsabilita’ sociale dell’industria dell’abbigliamento e’ alta”.

Dapeng fa anche un raffronto con l’Italia, visitata di recente proprio per vedere la tipologia di lavoro usata. Tra le realta’ incontrate anche la napoletana Kiton: “Ho visto – ha spiegato – una cultura, una creativita’ nel design e una cura per l’artigianato e i particolari che in Cina vanno implementate. Dal punto di vista delle dimensioni delle aziende del settore ho trovato invece molte analogie perche’ anche da noi le imprese che fanno abbigliamento sono medio-piccole”.

Niente di particolare invece da dire sulla situazione internazionale, soprattutto in riferimento alle proteste nella vicina Hong Kong: “E’ una minoranza che avanza pretese – taglia corto il presidente – e non influisce sul salone e sul mercato. Non abbiamo molti espositori di Hong kong ma siamo aperti a chiunque voglia venire qui per lavorare”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

dicembre 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
25 Novembre 2019 26 Novembre 2019 27 Novembre 2019 28 Novembre 2019 29 Novembre 2019 30 Novembre 2019 1 Dicembre 2019
2 Dicembre 2019 3 Dicembre 2019 4 Dicembre 2019 5 Dicembre 2019 6 Dicembre 2019 7 Dicembre 2019 8 Dicembre 2019
9 Dicembre 2019 10 Dicembre 2019 11 Dicembre 2019 12 Dicembre 2019 13 Dicembre 2019 14 Dicembre 2019 15 Dicembre 2019
16 Dicembre 2019 17 Dicembre 2019 18 Dicembre 2019 19 Dicembre 2019 20 Dicembre 2019 21 Dicembre 2019 22 Dicembre 2019
23 Dicembre 2019 24 Dicembre 2019 25 Dicembre 2019 26 Dicembre 2019 27 Dicembre 2019 28 Dicembre 2019 29 Dicembre 2019
30 Dicembre 2019 31 Dicembre 2019 1 Gennaio 2020 2 Gennaio 2020 3 Gennaio 2020 4 Gennaio 2020 5 Gennaio 2020