Il dilemma olimpico di Première Vision

Il dilemma olimpico di Première Vision

Mancano 247 giorni alla cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Parigi, che dal 26 luglio porteranno nella capitale parigina il Gotha dello sport mondiale.

La competizione inizierà 22 giorni dopo la fine di Première Vision Paris, messa in calendario dal 2 al 4 luglio quindi, in teoria, il salone del tessile non dovrebbe subire ripercussioni né trarre particolari benefici dalle Olimpiadi. Ma a PV stanno riflettendo su ogni possibile situazione (e relativa soluzione), visto che un evento mondiale come le Olimpiadi non si sviluppa solo dalla cerimonia inaugurale in poi.

Cantieri, trasporti e alberghi: sono questi i tre principali punti su cui si concentrano gli organizzatori di Première Vision. Niente è mai pronto fino a pochi giorni prima dell’inaugurazione, che sia una mostra in un Museo o tantomeno un’Olimpiade, quindi ad inizio mese c’è da aspettarsi una città ancora piena di piccoli o grandi cantieri, anche perché alcune discipline si svolgeranno proprio nel cuore della capitale.

Il rapporto già talvolta conflittuale tra Première Vision (suo malgrado) e la RER potrebbe avere un nuovo sviluppo negativo con il prevedibile aumento di turisti e sportivi che vorranno raggiungere Parigi in anticipo, senza contare le varie rappresentative nazionali che dovranno andare in Francia qualche settimana prima per prendere confidenza con impianti e villaggio olimpico. Ma questo, visto il margine di tempo, è forse l’aspetto meno preoccupante.

La ricettività di Parigi è immensa: trovare un albergo o una sistemazione non dovrebbe essere un’impresa ma buona parte delle camere fa già parte di pacchetti turistici ed è quindi “opzionata” dalle agenzie di viaggio. I tre giorni di fiera, anche in questo caso, dovrebbero arrivare con un buon margine di anticipo per evitare carenza di stanze e letti.

Ma l’attenzione sul luglio parigino da parte di PV non si esaurisce a questioni logistiche ma ha un’appendice anche sul calendario: Munich Fabric Start è tornata sui propri passi abbandonando luglio, PV pare non prendere in considerazione la cosa, quanto piuttosto pensare ad un piano B nel caso Parigi apparisse davvero troppo congestionata nella prossima estate. Un trasloco temporaneo in un’altra città è al momento poco ipotizzabile ma di sicuro è una delle soluzioni pronte a essere messe in pratica in caso di necessità.

Dubbi e progetti che nell’intervista che sarà pubblicata domani saranno chiariti dal direttore di Première Vision Gilles Lasbordes.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Video

Eventi

febbraio 2024
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Gennaio 2024 30 Gennaio 2024

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
31 Gennaio 2024

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
1 Febbraio 2024

Categoria: GeneralMilano Unica

Milano Unica
2 Febbraio 2024 3 Febbraio 2024 4 Febbraio 2024
5 Febbraio 2024 6 Febbraio 2024

Categoria: GeneralPremière Vision Paris

Première Vision Paris
7 Febbraio 2024

Categoria: GeneralPremière Vision Paris

Première Vision Paris

Categoria: GeneralIFCO

IFCO
8 Febbraio 2024

Categoria: GeneralPremière Vision Paris

Première Vision Paris

Categoria: GeneralIFCO

IFCO
9 Febbraio 2024

Categoria: GeneralIFCO

IFCO
10 Febbraio 2024

Categoria: GeneralIFCO

IFCO
11 Febbraio 2024
12 Febbraio 2024 13 Febbraio 2024 14 Febbraio 2024 15 Febbraio 2024 16 Febbraio 2024 17 Febbraio 2024 18 Febbraio 2024
19 Febbraio 2024 20 Febbraio 2024 21 Febbraio 2024 22 Febbraio 2024 23 Febbraio 2024 24 Febbraio 2024 25 Febbraio 2024
26 Febbraio 2024 27 Febbraio 2024 28 Febbraio 2024 29 Febbraio 2024 1 Marzo 2024 2 Marzo 2024 3 Marzo 2024