IFF lancia le vendite in Cina a rischio zero

IFF lancia le vendite in Cina a rischio zero

Come vendere in Cina i prodotti della moda italiana di fascia medio-alta, semplificando le operazioni di vendita e riducendo a zero i rischi per le aziende italiane? Lo spiegherà il 6 e 7 ottobre a Milano “IFF”, con Linda Tong, presidente della newco panasiatica con quartiere centrale a Shanghai che lavora nel mercato del dettaglio e dell’ingrosso fashion in Cina.

Il progetto IFF Fashion Center prevede che i prodotti della moda italiana saranno esposti in 8 nuovi Fashion Center dislocati nelle più note strade commerciali delle città di Shanghai, Shenzhen, Changsha, Hangzhou, Beijing, Wuhan, Shengyang e Xiamen, con prima apertura nel settembre 2016 a Shanghai. All’interno dei Fashion Center troveranno posto 300 distributori cinesi, selezionati da IFF, che esporranno i prodotti italiani per venderli sia al dettaglio che all’ingrosso, come avviene comunemente in Cina.

Oltre che centri di vendita diretta, i centri di IFF funzioneranno anche come centrali di acquisto online, per mezzo di una piattaforma di e-commerce. La seconda fase del progetto prevede investimenti in tutto il territorio della Repubblica Popolare Cinese.

IFF vuole selezionare circa 200 aziende italiane dell’abbigliamento ed accessori ed i loro prodotti in vista delle operazioni di acquisto per la collezione autunno/inverno 2016/2017 ed i primi incontri avranno inizio proprio il 6 e 7 ottobre a Milano. La formula adottata da IFF e dai suoi partner italiani, Retaily” e “Oriented Italia”, prevede contratti validi 5 anni (a fronte del rilascio di un’esclusiva per tutta la Cina); procedure di registrazione dei marchi a carico di IFF; acquisto di grandi quantitativi di merce; nessun investimento richiesto da parte dei marchi italiani; la merce acquistata in Italia verrà inizialmente “parcheggiata” in aree speciali, dove tasse e dazi doganali sono temporaneamente sospesi, per consentire ai distributori del network di IFF di acquisire ordinativi da parte di grossisti, negozianti e consumatori finali, e procedere quindi allo sdoganamento soltanto avendo la sicurezza di aver già rivenduto i prodotti acquistati.

1 comment

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

1 Comment


Video

Eventi

giugno 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Giugno 2020 2 Giugno 2020 3 Giugno 2020 4 Giugno 2020 5 Giugno 2020 6 Giugno 2020 7 Giugno 2020
8 Giugno 2020 9 Giugno 2020 10 Giugno 2020 11 Giugno 2020 12 Giugno 2020 13 Giugno 2020 14 Giugno 2020
15 Giugno 2020 16 Giugno 2020 17 Giugno 2020 18 Giugno 2020 19 Giugno 2020 20 Giugno 2020 21 Giugno 2020
22 Giugno 2020 23 Giugno 2020 24 Giugno 2020 25 Giugno 2020 26 Giugno 2020 27 Giugno 2020 28 Giugno 2020
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020