L’addio di Karl Lagerfeld

L’addio di Karl Lagerfeld

E’ morto stamani in Francia Karl Lagerfeld, il kaiser della moda che da alcune settimane aveva vissuto un peggioramento delle condizioni di salute. Voci sulla gravità della sua situazione si rincorrevano dalla sua assenza all’ultima sfilata di alta moda di Chanel, prima assenza dal 1983, la scomparsa è avvenuta all’Hôpital Américain de Paris, a Neuilly-sur-Seine, dove era ricoverato.

Aveva 85 anni, nato ad Amburgo il 10 settembre del 1933. La sua carriera parte nel 1954 quando vince il neonato Woolmark Prize, antesignano dei premi di moda, il primo incarico di rilievo è come assistente da Pierre Balmain, nel periodo di massima gloria del designer francese, nel 1965 avvia il sodalizio (ventennale) con la maison Chloé, nel 1972, inizia a lavorare a fianco delle sorelle Fendi, collaborazione che è durata fino alla fine dato che Karl era tuttora direttore creativo dell’universo femminile della maison romana.

Nel 1983 inizia la collaborazione con Chanel, ne diventa direttore artistico, responsabile del prêt-à-porter, dell’alta moda e delle linee di accessori, innovando senza snaturare la maison. Lancia anche un proprio brand, che viene poi congelato nel 1998, a causa dei troppi impegni del creativo. Nel 2011, con il sostegno del fondo Apax, Lagerfeld lancia la linea Karl, cui sia affianca, dal 2012, la label upmarket Karl Lagerfeld Paris.

Sempre rivoluzionario, è stato tra i primi ad aderire all’incontro tra lusso e fast fashion firmando nel 2004 la prima collezione d’esordio di H&M con un designer affermato.

Con la sua morte restano vacanti i posti di direttore creativo di Fendi e di Chanel oltre che del suo brand.

2 comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

2 Comments

  • Avatar
    Dagmar Bagnoli
    19 Febbraio 2019, 19:12

    Non potevate fare una controllatina e poi scrivere correttamente il nome di questa persona famosa in tutto il mondo ? Si chiama LAGERFELD.

    REPLY
    • Matteo Grazzini
      Matteo Grazzini@Dagmar Bagnoli
      20 Febbraio 2019, 11:18

      Salve Dagmar, ha ragione.
      Purtroppo sono errori che accadono e dei quali siamo dispiaciuti, anche perchè il web permette di correggere quasi tutto ma non una newsletter già inviata.

      Grazie per la segnalazione, cercheremo di migliorare giorno dopo giorno.

      REPLY

Video

Eventi

dicembre 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
25 Novembre 2019 26 Novembre 2019 27 Novembre 2019 28 Novembre 2019 29 Novembre 2019 30 Novembre 2019 1 Dicembre 2019
2 Dicembre 2019 3 Dicembre 2019 4 Dicembre 2019 5 Dicembre 2019 6 Dicembre 2019 7 Dicembre 2019 8 Dicembre 2019
9 Dicembre 2019 10 Dicembre 2019 11 Dicembre 2019 12 Dicembre 2019 13 Dicembre 2019 14 Dicembre 2019 15 Dicembre 2019
16 Dicembre 2019 17 Dicembre 2019 18 Dicembre 2019 19 Dicembre 2019 20 Dicembre 2019 21 Dicembre 2019 22 Dicembre 2019
23 Dicembre 2019 24 Dicembre 2019 25 Dicembre 2019 26 Dicembre 2019 27 Dicembre 2019 28 Dicembre 2019 29 Dicembre 2019
30 Dicembre 2019 31 Dicembre 2019 1 Gennaio 2020 2 Gennaio 2020 3 Gennaio 2020 4 Gennaio 2020 5 Gennaio 2020